Elettrodotto, denunciate le violazioni delle proprietà private

Il caso dell'impianto Tivat-Villanova-Gissi di Terna arriva in Parlamento grazie all'interessamento dell'onorevole Daniele Del Grosso (M5S)

Elettrodotto, denunciate le violazioni delle proprietà private

LA PROTESTA E' IN PARLAMENTO. L'elettrodotto Tivat-Villanova-Gissi arriva in Parlamento grazie all'onorevole Daniele Del Grosso del Movimento Cinque Stelle, che ha denunciato le presunte violazioni della proprietà privata effettuate da Terna tra marzo e luglio 2014 e documentate attraverso l'ottemperanza alla prescrizione A23.

"Violazioni avvenute - si legge in una nota - invadendo diversi terreni privati senza alcun atto autorizzativo e/o legittimante ed eseguendo all'insaputa dei proprietari, attraverso carotaggio continuo, il prelievo di campioni di terreno a diverse profondità". I proprietari sono stati "nella maggior parte tutti denunciati successivamente dalla società quando si sono opposti alle occupazioni dei propri fondi chiedendo la sospensione delle procedure perché ritenute illegittime".

Nel mirino anche la ratifica tra Italia e Montenegro che aumenta gli investimenti su infrastrutture soprattutto di carattere energetico (tipo, appunto, gli elettrodotti). Una ratifica "molto vaga" e che "lascia carta bianca un po' per tutto" secondo il Movimento 5 Stelle, che per questo ha votato no.

La sentinella ambientale

giovedì 23 aprile 2015, 17:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ambiente
elettrodotto
terna
proteste
parlamento
Cerca nel sito