L'altro muro della vergogna

A modo loro anche in Cisgiordania gli abitanti hanno voluto festeggiare il 25mo anniversario dell'abbattimento del muro di Berlino

L'altro muro della vergogna

PER NON DIMENTICARE: L'ALTRO MURO DELLA VERGOGNA. A modo loro anche in Cisgiordania gli abitanti hanno voluto festeggiare il 25mo anniversario dell'abbattimento del muro di Berlino. Un gruppo di giovani palestinesi armati di martelli e mazzuole ha aperto una breccia nel muro che lo stato di Israele ha costruito per dividere e segregare il popolo palestinese a cui ha rubato oltre che la terra, anche libertà e dignità.

Nel 2002 il governo Israeliano, ha costruito un muro di cemento alto 8/9 metri, lungo 60 km, circondato da fossati larghi dai 60 ai 100 metri con sensori, filo spinato e torri di controllo ogni 300 metri.

Per poter continuare a vivere in quelle zone gli over 16 hanno bisogno di un attestato speciale. Come se non bastasse Israele, visto che c'era, si è anche annessa una fetta di territorio palestinese, tanto che la corte di giustizia dell'Aja ha dichiarato che il muro viola il diritto internazionale e va smantellato perché " implica un'annessione di fatto".

Amnesty International, l'Ong che certamente non si può accusare di essere filo arabo, nel marzo del 2013, quando Obama andò a visitare lo stato con la bandiera della stella di Davide, ebbe a dichiarare: "Muro e insediamenti israeliani, un affronto ai diritti palestinesi".

Visto che nessuno ne parla, non sarebbe il caso di abbattere anche questo muro?

C.M.

lunedì 10 novembre 2014, 18:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
muro
berlino
cisgiordania
abbattimento
anniversario
governo israeliano
notizie
Cerca nel sito