L’Aquila punto d’oro a Macerata: finisce 1-1

I rossoblù giocano meglio dei padroni di casa e impongono il pari. L'analisi di Goffredo Juchich

L’Aquila punto d’oro a Macerata: finisce 1-1

MACERTATESE-L'AQUILA 1 A 1: LA CRONACA DEL MATCH. Ottima prestazione della squadra di Carlo Perrone che in terra marchigiana impone il pari alla vicecapolista del girone dopo una gara bella e combattuta che ha visto gli ospiti giocare meglio della Maceratese per lunghi tratti della partita. In cronaca la Maceratese trova subito il vantaggio dopo 14 minuti quando con una grandissima giocata di D’Anna che si beve Ligorio sulla fascia e mette in mezzo un gran cross in area girato in rete in rovesciata da Fioretti. Gol da cineteca e palla al centro. L’Aquila supportata dal coraggioso modulo di Perrone, con Perna e De suosa davanti e Ceccarelli e Sandomenico esterni, comincia a macinare gioco: al 18° sventola di Milicevic deviata in corner da un difensore, poi tanto possesso palla fino all’intervallo senza però trovare il varco giusto contro la ben posizionata difesa biancorossa. Non cambia il registro nella ripresa con i rossoblù vicini al pareggio prima con Sandomenico al 7° che spara alto da buona posizione e poi con Ceccarelli al 10° che trova prontissimo Forte su un tiro rasoterra respinto in corner. E’ il preludio al pareggio che arriva al 22° con una grande punizione di Ceccarelli che trova prima l’incrocio dei pali e poi la schiena del portiere con la palla che carambola in porta. E’ festa grande sotto il settore ospiti con tutta la squadra a festeggiare con gli oltre 100 tifosi aquilani. La partita si fa bellissima e tutte e due le squadre provano a vincerla: grande occasione per la Maceratese con Ganci al 32° che gira di testa poco a lato, risponde L’Aquila con De Sousa cinque minuti dopo, blocca Forte un tiro centrale, al 40° grande parata di Zandrini su una girata di Kouco da pochi passi, un minuto dopo è Forte ad esaltarsi su una gran botta di Mancini respinta di pugni. In pieno recupero brivido lungo la schiena dei tifosi ospiti quando Zandrini sbaglia i tempi dell’uscita su un pallone a campanile dentro l’area e per poco non combina un pasticcio che avrebbe avuto il sapore della beffa. Finisce 1-1 tra gli applausi delle due tifoserie. Giusto così

TABELLINO: MACERATESE 1 L'AQUILA 1

Maceratese (4-4-2): Forte; Clemente, Imparato, Faisca, Karkalis; D'Anna (41'st Orlando), Foglia, Carotti, Buonaiuto (30'st Arini); Fioretti (27'st Ganci), Kouko. All. Bucchi
L'Aquila (4-4-2): Zandrini voto 6; Bigoni voto 6, Maccarrone voto 6,5, Cosentini voto 6, Ligorio voto 5,5; Sandomenico voto 6(42'st Sanni sv), Milicevic voto 6,5 (13'st De Francesco voto 6,5), Mancini voto 6, Ceccarelli voto 6,5 (42'st Bensaja sv); Perna voto 5,5, De Sousa voto 6. All. Perrone
Arbitro: Viotti di Tivoli
Reti: 14'pt Fioretti, 28'st Ceccarelli
Note: ammoniti Sandomenico, Maccarrone, D'Anna, Karkalis
Spettatori 1800 di cui 100 ospiti

Goffredo Juchich

domenica 22 novembre 2015, 10:55

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
maceratese l\'aquila
l\'aquila calcio
tabellino
cronaca
classifica
risultato
lega pro
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano