L'Aquila, Cialente shock: "Sono indagato ma non so il motivo"

Il primo cittadino del capoluogo di regione ha dato l'annuncio sulla propria bacheca Facebook "in nome della trasparenza"

L'Aquila, Cialente shock: "Sono indagato ma non so il motivo"

SINDACO CIALENTE, E' INDAGATO. "Rendo noto che questa mattina mi e' stata recapitata una richiesta di proroga di indagini preliminari su una vicenda di cui non sono a conoscenza. Ne do comunicazione, in nome della trasparenza e prima che si scateni il battage mediatico". Lo scrive in una nota il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente. Sull'inchiesta della Procura della Repubblica del capoluogo, con le indagini coordinate dalla Guardia di Finanza, inquirenti e investigatori tengono le bocche cucite, quindi non e' stato possibile scoprire il contenuto.

LA VICENDA. Secondo quanto si e' appreso, comunque, si tratterebbe di indagini avviate nei primi mesi del 2015 per le quali a settembre si e' resa necessaria la proroga. In riferimento all'ipotesi di reato si tratterebbe di abuso d'ufficio. Sull'indagine che coinvolge il primo cittadino in citta' si parla da mesi: non a caso il tam tam ha creato problemi politici e di tenuta alla stessa della maggioranza di centrosinistra. Tuttavia, mai si e' trovata conferma ufficiale sia dell'iscrizione di Cialente sul registro degli indagati, sia sulla fattispecie. Oggi il primo cittadino l'ha resa pubblica con una nota stampa e sulla propria bacheca Facebook.

Redazione L'Aquila

venerdì 27 novembre 2015, 23:46

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
laquila
indagini
procura
cronaca
massimocialente
Cerca nel sito