L'Abruzzo resta in giallo ma chiudono le scuole superiori

Didattica a distanza per 14 giorni a partire da lunedi' 8

L'Abruzzo resta in giallo ma chiudono le scuole superiori

L'Abruzzo resta in zona gialla. L'indice Rt si è attestato poco sotto l'1 (0.99) ma come preannunciate, sono arrivate le misure da parte del governo regionale per contrastare il diffondersi del Covid. In serata il presidente della regione Abruzzo Marco Marsilio ha firmato l'ordinanza numero 3. Didattica a distanza per tutte le scuole secondarie di secondo grado per 14 giorni a partire dall'8 febbraio. Questo provvedimento si aggiunge all’introduzione, già annunciata in precedenza, delle 'zone rosse' per i comuni di Tocco da Casauria (PE), San Giovanni Teatino (CH) ed Atessa (CH). Inoltre sono sottoposte a stretto monitoraggio i comuni di Chieti e Francavilla al Mare, "dando mandato alla ASL Lanciano Vasto Chieti di notiziare tempestivamente il Dipartimento Sanità sugli esiti di detto monitoraggio qualora i parametri suindicati suggeriscano l’adozione di misure restrittive a livello comunale". E' stato introdotto, inoltre, il divieto di aggregazione nelle piazze e nei centri storici , su tutto il territorio regionale. 

 

venerdì 05 febbraio 2021, 20:30

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
scuole superiori
didattica a distanza
marco marsilio
zone rosse
abruzzo
Cerca nel sito