L'Abruzzo alle Olimpiadi

Paolo Nicolai, 24 anni, ortonese, un ragazzone di 2 metri e 5 centimetri, corona il sogno di ogni atleta

L'Abruzzo alle Olimpiadi

ANCHE L ABRUZZO ALLE OLIMPIADI - Anche l’Abruzzo sarà rappresentato alle Olimpiadi di Londra che stanno per iniziare, e porterà i colori della nostra terra un ragazzone di 2 metri e 5, originario di Ortona, che ha coronato il sogno di ogni atleta, quello di partecipare ad una Olimpiade da puro protagonista. Paolo Nicolai, classe 1988, originario della bellissima Ortona, cittadina di grossa tradizione pallavolistica, (anzi quest’anno festeggiamo anche il ritorno in serie A della squadra locale ortonese), si giocherà le sue chance  in coppia col il suo compagno  Daniele Lupo.

UNA COPPIA AL TOP - Una coppia affiatatissima, che ha strappato sul filo di lana la qualificazione alla Olimpiade sui campi del Foro Italico di Roma, nell’ormai consueta manifestazione di Beach Volley che vede i più grandi giocatori di beach volley del mondo cimentarsi sulla terra dei gladiatori. Ma il miracolo da parte dei due giovanissimi ragazzi italiani, è stato fatto in precedenze, con un inizio di stagione travolgente, quarti  nella tappa polacca, ma addirittura secondi  in quel di Pechino, finale persa contro l’Olanda, dopo aver condotto un torneo impeccabile, che li ha visti battere anche la coppia campione olimpica in carica, quegli Stati Uniti di  Rogers-Dalhausser  che anche quest’anno partirà favorita per la medaglia d’oro.

I SUCCESSI - Erano anni che una coppia italiana non disputava una finale del World Tour, ma soprattutto non era mai accaduto che nella stessa stagione una coppia italiana si ripetesse nell’impresa di salire sul podio, cosa che invece è riuscita a Paolo e Daniele, che si sono ripetuti recentemente nella tappa svizzera di Gstaad, un terzo posto che fa ben sperare per un piazzamento oserei dire storico al torneo londinese. Il segreto di questa bellissima stagione va sicuramente ricercato nella ottima preparazione tecnico-fisica a cui questi due ragazzi si sono sottoposti con il nuovo allenatore della nazionale, il brasiliano Paulo Roberto Moreira Da Costa, per tutti Paulao, ma anche e soprattutto nella tenacia, nella passione, nel sacrificio e nella umiltà che Paolo e Daniele hanno nel  dna. Sulle doti di Paolo, mai nessuno,  vedendolo giocare sulle spiagge pescaresi nei primi anni della sua carriera da beacher, ha avuto dubbi , rifiutando squadre importanti di volley indoor, come Treviso e Trento, Paolo si è tuffato in questa avventura, che lo ha visto subito diventare per ben due volte consecutive campione del mondo under 21, trampolino di lancio per questa magnifica carriera, che sta avendo il culmine della sua consacrazione, anche se conoscendolo, ci vien da pensare che è solo l’inizio.

CHI E' PAOLO - Un ragazzo speciale, una figura positiva, sempre vicino agli amici, che quando possono ricambiano seguendolo ovunque, un fidanzato esemplare, ma soprattutto un figlio eccezionale, che mette la famiglia sul gradino più alto in relazione alle sue scelte professionali. Questo è Paolo Nicolai, un campione vero, esempio per le generazioni future. In bocca al lupo Paolo, e sta tranquillo, perché  il Lupo ( Daniele ) è dalla tua parte.

Bruno Mazzuccato

 

giovedì 26 luglio 2012, 12:43

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
paolo nicolai
beach volley
ortona
olimpiadi
londra
atleta
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!