Italia al voto per cambiare oppure no

Tra 48 ore gii italiani andranno a votare. Ma andranno veramente a votare? Saranno mantenute le promesse elettorali? Cosa accadrà dopo il 5 marzo

Italia al voto per cambiare oppure no

ITALIA AL VOTO PER CAMBIARE OPPURE NO. Tra 48 ore gii italiani andranno a votare. Ma andranno veramente a votare? A casa nostra quando ci sono elezioni, torna una forma di qualunquismo che e' inspiegabile. Certo non e' come negli Stati Uniti, dove l'elettore ha una scelta: democrarici o repubblicani. In Italia abbiamo sempre avuto una vasta scelta di partiti politici. Quindi se non vi piace una lista, diamine, ne avete altri per arrivare a una decisione e al  vostro voto. Votare e' importante, lo sapete benissimo. Ogni voto a vuoto (scusate il giochetto di parole) non aiuta la nazione. Infatti costringe quasi sempre la formazione di gruppi per arrivare al fatidico 51 per cento. Ma anche con il raggruppamemto di due-tre-cinue partiti la nazione finira' per soffrire, perche' i partiti minori (per numero di voti) hanno le loro richieste che, se attuate, metterebbero nel caos i partiti maggiori (quelli con un numero piu' alto di voti). Punto e a capo. Percio' e' estremamente importante fare il proprio dovere, un compito che molti popoli vorrebbero avere ma non hanno. Personalmente sono convinto che il 5 marzo, a voti contati nulla cambiera' nella nostra nazione. 

Benny Manocchia

venerdì 02 marzo 2018, 20:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
voto
italia
domenica
4 marzo 2018
italiani
Cerca nel sito