Io so che tu lo fai

Il viaggio nelle segrete stanze di una giovane "femmena". Si parla di masturbazione e dell'abbattimento delle barriere dell'omertà

Io so che tu lo fai

IO SO. MA NON HO LE PROVE - Te lo dico già da ora, non ci credo. A cosa? A quello che mi risponderesti se ti  chiedessi se l'autoerotismo fa parte della tua vita, signorina! Guai a usare la parola 'masturbazione'. Vade retro. Ad ogni modo che indori la pillola o meno, non ti sentiresti abbastanza sicura da rispondermi, sinceramente e senza paura, che anche tu lo fai. Magari spesso e ti soddisfa molto di più di quanto possano fare 'altre mani'. D'altronde non è quasi imputabile a noi stesse questa reticenza sull'argomento e non mi alletta l'idea di disquisire sui 'leitmotiv' maschilisti, che sono alla base del perverso giochino di negazione, a cui ci costringiamo. Anche perchè verrebbe fuori la femminista incazzata che sono a soli 23 anni e non mi va! Ma mi piacerebbe solo scrivere due righe piacevoli e un pò ironiche&autoironiche: perchè so che tu - come me - 'ti tocchi 'ti masturbi' 'ti trastulli'.. eccetera eccetera eccetera. E chiamalo pure come ti pare. Autoironiche? Già, perchè naturalmente (da brava "femmena") anche io tuonavo dei 'NO' maestosi alla fatidica domanda, che prima o poi un amico ti fa. Naturalmente amic_o, perchè tra donne regna l'omertà. Io so che lo fai tu sai che io lo faccio ma non ne parliamo..eppure parliamo delle fattezze moolto intime del mio o del tuo ragazzo come se stessimo decidendo se prendere un vetrino o un caffè, magari ad alta voce e nei posti più impensabili. Assurdo, no? Ecco. A tal proposito, un giorno, io ho deciso di romperla questa omertà replicando con 'trastullazione a vita' all'ultima lamentela di una mia amica sulla sua insoddisfacentissima vita intima con il fidanzato. Dopo attimi di infinito imbarazzo e finto stupore ce lo siamo ammesse, entrambe nel modo più dettagliato possibile. E' stato così normalmente bello parlarne. Allora perchè non vivere con meno stress e sensi di colpa il fatto che facciamo scivolare le nostre mani in punti e con modi che solo noi conosciamo. Stessi punti, indicazioni verbali ben precise sui modi, ma altre mani sappiamo bene che non hanno nulla a che fare con il nostro homemade. Perlomeno personalmente il mio orgasmo autoindotto è..mmhh..come dire.. la bomba atomica rispetto agli orgasmi-dinamite con il mio ragazzo. Naturalmente se neanche l'amica del cuore sa di certe abitudini, figuriamoci il proprio partner: ma oltrepassare quella che ritenevo una soglia anche con il mio lui e coinvolgerlo è stato un biglietto senza ritorno per un ottimo appagamento sessuale. Siamo un quadro astratto di modi& gusti, c'è chi vive il momento autoerotico in posti o momenti impensabili, o magari in un momento di assoluto relax..c'è il filone di penserio del 'ringbell' e chi preferisce cose un attimino più spinte,ma una cosa è di un geometrismo elementare, CI MASTURBIAMO TUTTE. Quindi se stai ancora negando falla finita perchè non si credibile..manco per un momento.



Una soggetta per caso

mercoledì 30 maggio 2012, 17:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
masturbazione
femminile
donne
amica
modi
omert
orgasmo
ragazzo
vita
sessuale
abitudini
abruzzo
I vostri commenti

Apperò!

Dico solo una cosa: freeeeeeeeghete!

mercoledì 30 maggio 2012, 22:07

Cerca nel sito

Identity