Imprese digitali: contributi a fondo perduto per le imprese abruzzesi

Sito internet, uso dei social network e indicizzazione Google sono divenuti i tre pilastri della strumentazione digitale per costruire la web reputation di un'impresa

Imprese digitali: contributi a fondo perduto per le imprese abruzzesi

IMPRESE DIGITALI: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE ABRUZZESI.  La rivoluzione digitale ha apportato cambiamenti economici, politici e sociali introducendo un nuovo modo di accedere alle informazioni. La comunicazione ha abbandonato il suo metodo tradizionale per fare spazio a nuovi canali digitali e mezzi interattivi che hanno enormemente cambiato l'approccio al tempo libero, alla cultura e al lavoro. É in questo contesto che nasce il settore terziario avanzato, ovvero quella parte del mercato economico mutato dalla digitalizzazione. Un'azienda non digitalizzata risente fortemente di visibilità in quanto non essere presenti in rete equivale ad essere tagliati fuori dal mercato. Sito internet, uso dei social network e indicizzazione Google sono divenuti i tre pilastri della strumentazione digitale per costruire la web reputation di un'impresa. Oggi è pertanto indispensabile che un'azienda sia in possesso di computer con connessione ad internet, rete wi-fi, posta elettronica e fax online, strumento che permette l'invio della documentazione direttamente dal proprio pc, senza l'ausilio del vecchio apparecchio telefonico. L'uso delle ICT (Innovation & Communication Technologies) all'interno delle aziende ne ha cambiato la produttività, incidendo particolarmente sulla catena del valore del prodotto. L'implementazione di processi digitali ha portato ad una maggiore crescita economica costituita da performance lavorative migliori e da un crescente successo sul mercato, anche estero. 


In Italia solo sette imprese su dieci accedono alle risorse digitali, mentre il restante 30% utilizza mezzi tradizionali. La media di aziende digitalizzate è ancora molto bassa se si pensa al livello di digitalizzazione mondiale e all'effetto globale di questa rivoluzione. A livello regionale la digitalizzazione è più diffusa al nord e meno nel centro e sud Italia. L'Abruzzo rientra tra le regioni "meno digitali", in particolare nel settore delle piccole e medie imprese. Sono svariate le iniziative intraprese a favore nelle PMI abruzzesi e, più in generale, nei confronti delle imprese poco digitalizzate. Con il Programma Operativo Nazionale Imprese e Connettività 2014-2020, l'Unione Europea ha stanziato 2,3 miliardi di euro per la crescita delle imprese meno sviluppate. All'interno di questo Programma si inserisce il decreto Destinazione Italia con cui il Governo ha destinato alla Regione Abruzzo fino a 10.000 euro per azienda per interventi di ammodernamento tecnologico delle imprese meno sviluppate. Il contributo viene erogato sotto forma di voucher a fondo perduto ed è destinato all'acquisto di attrezzature per il collegamento alla rete internet, così come all'acquisto di hardware, software e servizi di consulenza digitale. Possono presentare domanda per l'accesso al credito tutte le micro, piccole e medie imprese con sede legale in Italia, iscritte al registro delle imprese, non sottoposte a procedure di fallimento o liquidazione e la cui attività non appartenga ai settori agricolo, della pesca o dell'acquacoltura.

Redazione Independent

 

 

martedì 07 marzo 2017, 20:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
imprese digitali
contributi
fondo perduto
imprese abruzzesi
destinazione italia
Cerca nel sito