Il killer incastrato dallo Stub

Delitto di Casalbordino. Sospetti su alcuni cacciatori della zona. Analizzato anche il fucile del fratello della vittima

Il killer incastrato dallo Stub

DELITTO DI CASALBORDINO, IL KILLER E LO STUB. Non sarà facile scoprire chi ha sparato, per errore o volontariamente (questo è difficile dirlo), contro Gabriele Di Tullio, 54 anni, di Casalbordino. La pista che seguono gli inquirenti (i carabinieri di Casalbordino) è quella del bracconaggio - un cacciatore di frodo, vistosi scoperto, potrebbe aver premuto il grilletto ferendo a morte la vittima - ma non si escludono altre ipotesi, compresa quella di un 'regolamento di conti'. Infatti, sono in corso delle verifiche sui fucili dei cacciatori della zona per accertare se abbiano sparato nelle ultime 24 ore. La cosiddetta prova dello 'stub' (o prova del tampone) è stata effettuata anche sul fucile di uno dei fratelli della vittima. Il legale dell'uomo parla di «un atto dovuto». I reperti sono stati inviati alla polizia scientifica di Roma e gli esiti dovrebbero essere pronti in meno di due settimane.

reda inde

mercoledì 01 agosto 2012, 09:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
gabriele di tullio
fratello
vittima
notizie
casalbordino
fucile
stup
prove
cronaca
54 anni
cacciatore
bracconaggio
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!