Il "bottino" antiprostituzione

Pugno di ferro contro il meretricio. Sequestrate tre auto ai clienti e gli incassi (40 euro) alle operatrici del sesso

Il "bottino" antiprostituzione

SERVIZI ANTIPROSTITUZIONE: OPERATI I PRIMI SEQUESTRI. Le nuove misure di "ferro", concordate dalle forze di polizia (Questura, Reparto Prevenzione Crimine, Polizia Ferroviaria, Carabinieri e Corpo Forestale) in collaborazione con le amministrazioni di Pescara, Montesilvano e Città Sant'Angelo, hanno espresso i primi frutti. Tre sono stati i sequestri amministrativi delle autovetture utilizzate dai clienti rintracciati ed identificati mentre erano in compagnia di tre giovani romene che esercitavano l’attività di meretricio. Uno è stato sorpreso mentre la ragazza saliva in auto, mentre gli altri due erano appartati in attesa di consumare la prestazione concordata. Alle "lucciole" è stato sequestrato il denaro appena pattuito, circa 20 euro a ciascuna giovane, per un totale di 40 euro.

ELEVATE 18 SANZIONI IN ZONA STADIO. Il servizio, che si è concentrato nelle zone della Stazione Centrale, del  Lungomare Nord e nelle via adiacenti allo Stadio Adriatico, ha consentito di elevare complessivamente 18 sanzioni amministrative per violazione delle ordinanze sindacali, di cui 15 emesse nei confronti delle prostitute e tre invece dei clienti, già privati del mezzo di trasporto. Inoltre, è stato emesso un foglio di via nei confronti di una delle prostitute, essendo domiciliata nella città di Montesilvano, mentre  3 sono state le denunce per violazione di fogli di via già emessi dal Questore di Pescara a carico di altrettante romene dedite all’attività del meretricio.

twitter@subdirettore

giovedì 14 febbraio 2013, 13:24

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
prostitute
lungomare
pescara
montesilvano
pineta
clienti
auto
sequestrate
soldi
Cerca nel sito

Identity