Il Sub e Taucci a Idomeni - parte II

I due Marco da ieri sono di nuovo in missione per i bimbi profughi in Grecia. L'iniziativa umanitaria è in aiuto dei migranti. Informazioni sulla pagina FB

Il Sub e Taucci a Idomeni - parte II

FORZA, SUB. Medicinali per le migliaia di bambini che da mesi vivono nel campo profughi di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia: li stanno portando l'imprenditore Marco Taucci e il giornalista Marco Manzo, nostro Subdirettore. I due pescaresi, atterrati ieri in terra ellenica dopo essere partiti da Bologna alla volta di Salonicco, sono gli ideatori di "Agire a Idomeni", missione umanitaria nata per aiutare i migranti, prevalentemente siriani, in fuga dalla guerra, costretti - attualmente in 12mila - in condizioni estreme in un'area vicina a un campo di patate.

IL RITORNO. Dopo una prima missione a marzo, che grazie alla solidarietà di centinaia di abruzzesi ha consentito loro di acquistare cibo e generi di prima necessità, i due amici sono ritornati a Idomeni, forti del sostegno dei 1.300 fan della pagina Facebook "Agire a Idomeni".

"In pochi giorni, grazie alla collaborazione di realtà tra cui l'associazione PiùAbruzzo, siamo riusciti ad aprire un ponte umanitario per garantire pasti caldi e servizi di assistenza sanitaria ai profughi accampati a Idomeni", spiegano Manzo e Taucci. In bocca al lupo al Sub e al suo fido compagno d'avventura!

Gli Indipendenti Subtifosi

sabato 07 maggio 2016, 11:35

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
marcomanzo
marcotaucci
idomeni
cronaca
profughi
missioneumanitaria
Cerca nel sito