Il Gatto, la Volpe e il Cittadino

Primarie Montesilvano, c'è di tutto: "l'ombra" di Cantagallo, le correnti del Pd ed il 'caso' Sel. Vince Di Mattia?

Il Gatto, la Volpe e il Cittadino

CANDIDATI VERSO IL VOTO - Come è noto a Montesilvano si voterà il 15 gennaio del 2012 per la scelta del candidato sindaco di coalizione (Pd, Idv, Sel) da portare alle prossime elezioni di primavera. Il clima è arroventato, sopratutto in casa Pd, dove le correnti interne stanno massacrando un partito già provato dalle vicende giudiziarie del passato. I candidati Nino D'Annunzio e Marco Volpe, nonostante l'apparente lealtà, stanno dando vita ad una battaglia elettorale senza esclusione di colpi, a caccia di consensi tra i cittadini, pur di ottenere l'ambita promozione. Come è prassi in queste circostanze, è noto non chiudere la porta a nessuno: si promette di aiutare i bisognosi, si accettano proposte, si ascoltano gli amici (ma anche gli avversari), si chiamano a raccolta i parenti e si ponderano anche le alleanze scomode in cambio del consenso elettorale. Ma come spiegare in tutto ciò il ruolo dell'ex sindaco Enzo Cantagallo, indagato dalla procura della Repubblica per presunte tangenti? E' veramente uscito di scena l'ex Primo cittadino montesilvanese oppure, in questo clima di incertezza, è riuscito a ritagliarsi uno spazio politico di peso, promettendo sostegno ai candidati sopracitati?

Il 'CASO' SEL: COSTOLA DEL PD? - Anche il partito di Nicky Vendola (Sinistra, Ecologia e Libertà) non è che stia vivendo un periodo di enorme splendore. Troppe polemiche, divisioni interne (vedi il caso del militante esluso Nardinocchi) e le ombre intorno alla figura del coordinatore del Circolo di Montesilvano Piero Savini, fratello di Marco, ex vicesindaco della decapitata Giunta Cantagallo ed indagato dalla Procura di Pescara. La domanda nasce spontanea: chi c'è dietro il Sel di Piero Savini? Non è che Gianni Melilla (coordinatore regionale di Sel), vecchia volpe della politica abruzzese, stia tramando una regia comune insieme ai vertici del Pd? Anche la scelta del candidato alle primarie, ricaduta sulla figura di Paolo Di Girolamo, ci sembra piuttosto debole. L'impiegato dell'istituto bancario montesilvanese sarà essere all'altezza del confronto con l'outsider, l'economista internazionale, Attilio Di Mattia? Una cosa è certa: i cittadini montesilvanesi ne vedranno delle belle sino al 16 gennaio.

Marco Beef

martedì 20 dicembre 2011, 09:55

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
primarie
montesilvano
volpe
d'annunzio
cantagallo
melilla
15 gennaio
16 gennaio
paolo di girolamo
nardinocchi
I vostri commenti

torquato

Certo la situazione di Montesilvano non è carina, il passato è semplicemente da dimenticare, il futuro è tutto da indagare. A Montesilvano la comunità è frantumata, divisa in tante parti che hanno difficoltà a comunicare tra loro, i gruppi sociali più forti nel tempo hanno occupato i luoghi del potere. La politica rispecchia questa situazione e si è organizzata come una delle parti sociali in campo, non per realizzare programmi a favore della collettività, ma per occupare in nome di sè stessa il potere. Con le primarie del centrosinistra qualcosa potrebbe cambiare, la scelta del candidato sindaco e delle sue idee da parte dei cittadini può essere un passo avanti. Attilio Di Mattia con il suo slogan "s'io fossi sindaco" cerca la partecipazione di tutti alla formazione del programma amministrativo. Ma se il confronto tra i tanti (troppi) candidati non è sulle idee ma viene interpretato da alcuni come uno scontro "personale", allora vuol dire che il centrosinistra non è maturo per cambiare questa città, che non è in grado di cambiarla. I cittadini però adesso hanno uno strumento per far sentire la propria voce, possono determinare un vero cambiamento provando a pensare e a agire come se "loro fossero sindaci". E io mi auguro vivamente che questo accada!!!

giovedì 22 dicembre 2011, 17:30

Nicola Chiavetta

Non ci vedo, francamente, nulla di lesivo in questo pezzo: Marco Beef ha semplicemente esposto i fatti secondo il suo - sacrosanto - punto di vista. Il problema, semmai, è un altro: quando si dice la verità, specie se questa verità è scomoda, si solleva sempre un polverone e si dà fastidio a qualcuno. Secondo me l'articolo di Marco, che è un battitore libero (altro che giornalismo pubblicitario e interessato), ha suscitato tutto 'sto casino solo perchè esprime un'opinione non controllabile. Un'opinione, appunto, indipendente.

giovedì 22 dicembre 2011, 14:27

Andrea

Un articolo di commento e di opinione come tanti altri: non capisco tutte queste polemiche! Che la situazione politica a Montesilvano in vista delle primarie sia ingarbugliata e fatta di accordi più o meno sottobanco è facilmente intuibile e io per primo, da cittadino montesilvanese, noto che le cose allo stato attuale sono proprio così. Ed ancora, un giornalista è libero di intervistare chi ritiene più opportuno, la libertà (di commentare, di informare, di fare e farsi un'opinione) è insita nella sua professione ed è per di più scritta in bella vista sul "manifesto del network"che illustra chiaramente quanto questa testata sia diversa dalle altre.Sarebbe bastato dargli una letta...

giovedì 22 dicembre 2011, 11:12

Giorgio Di Salvo

ho visto che intervistate i candidati, ad esempio gli economisti internazionali, perché non intervistate tutti? Potreste così dare notizie o proporre opinioni basate sui fatti. Invece il vostro mi pare giornalismo pubblicitario ed interessato. Molto prevedibile e noioso, insomma.

giovedì 22 dicembre 2011, 08:33

Vittorio Iovine

l'ignoto estensore di questo simpatico elzeviro riferisce fatti e circostanze imprecisi, suggerendo illazioni atte a confondere e a ledere l'onorabilità delle persone. Delle due è l'una: o é male informato o é in mala fede. Nel primo caso lo esorterei ad assumere informazioni più complete, nel secondo caso gli suggerirei di meglio ponderare le proprie esternazioni al fine di evitare di propalare al pubblico notizie anche solo potenzialmente lesive dell'altrui onorabilità.

mercoledì 21 dicembre 2011, 15:32

Cerca nel sito