Il Diavolo strapazza il Lamezia Terme per 3 a 0

I biancorossi hanno la certezza matematica di disputare il campionato unico di Lega Pro. In classifica il Teramo è a quota 51 punti

Il Diavolo strapazza il Lamezia Terme per 3 a 0

BELLA VITTORIA DEL DIAVOLO CHE BATTE IL LAMEZIA TERME PER 3-0. Il Teramo, con la tonda vittoria di oggi per 3-0 sul Lamezia, è sempre più vicino alla matematica certezza di poter disputare l'anno prossimo, il campionato unico della lega pro, senza dover disputare alcun spareggio.
L'avversario laziale, alla ricerca di punti pesanti necessari per non finire nella bagarre dei play-out, che sulla carta era da temere, a conti fatti, si è disciolto sia sotto il caldo sole primaverile allo stadio di Piano D'Accio e sia sotto i colpi inferti da Casolla, Masullo e Dimas. Con i 51 punti fin qui realizzati, il diavolo torna in seconda posizione  a tre lunghezze dal Cosenza, prima del girone.

IL PRIMO TEMPO. Il Vigor si fa subito pericoloso e al 3° Malerba pennella un preciso pallone per Del Sante che colpisce bene di testa, ma non inquadra la porta difesa da Serraiocco. La risposta del Teramo al 5° minuto, non crea alcun pericolo per il portiere del Lamezia Piacentini. E' sempre il Lamezia ad impensierire Serraiocco, con Marchetti che al 30°, servito da Longoni, di testa sfiora la traversa. Il diavolo risponde dopo tre minuti con Petrella che, prima se ne va sulla corsia di destra,
poi allunga a Dimas che, solo soletto, davanti a Piacentini fallisce una più che facile occasione di passare in vantaggio. A partire dal 42° gli abruzzesi giocano con un uomo in più per l'espulsione di Marchetti per doppio cartellino giallo. Al 43°l'arbitro convalida una rete messa a segno da Casolla, tra le proteste dei calabresi che reclamano l'off-site. A tempo scaduto al 47 una magistrale punizione battuta da Masullo dal limite porta a due il vantaggio degli uomini di Vivariti su quelli di Costantino.

IL SECONDO TEMPO.Il Lamezia si proietta nell'area del Teramo nel tentativo di recuperare il già pesante passivo, ma la difesa il maglia rossa e Serraiocco fanno buona guardia e vanificano le folate offensive degli ospiti. Al 18°Carbonaro è vicino al goal, ma Serraiocco si oppone con un plastico intervento. Mentre al 30° il Vigor è tutto sbilanciato in avanti, Dimas,in seguito ad una ripartenza,arrotonda a tre il bottino del Teramo.

TABELLINO E PAGELLE.

Teramo (4-4-2): Serraiocco 7, Giannetti 6, Masullo 6, Arcuri 6, Caidi 7, Speranza 7, Petrella 6,5 (15°st Fiore 6), Cenciarelli 6, Casolla 7, Dimas 7 ( 40°Patierno sv), Di Paolantonio 6 (42°st Pacini sv). A disp: Narduzzo, Montecchia, Bucchi, Gregorio. Allenatore: Vivarini 7
Vigor Lamezia (4-4-2): Piacenti 6.5, Rapisarda 5, Malerba 5,5, Giampà 5, Marchetti 5,5, Strumbo 5, Zampaglione 5, Scasella 5,5 Meucci 5 (1°st Rondinelli 5), Longoni 5 (17°st Carbonaro 6 ), Del Sante 5. A disp: Bibba, Torcasio,  Romano, D'Amico, Tozzi. Allenatore: Costantino.
Arbitro: Olivieri di Palermo.

Clemente Manzo

lunedì 31 marzo 2014, 08:50

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
diavolo
viglor lamezia
dimas
tabellino
pagelle
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!