Il Bari fallito sconfigge la Virtus al San Nicola per 1 a 0

Purtroppo per gli abruzzesi l'estremo difensore barese ha parato tutto. Quasi 6mila ultras per l'addio a Matarrese.

Il Bari fallito sconfigge la Virtus al San Nicola per 1 a 0

IL BARI FALLITO SCONFIGGE LA VIRTUS AL SAN NICOLA PER 1 A 0. I 6.000 e più tifosi baresi con la loro massiccia presenza al San Nicola di Bari, hanno voluto dire addio finalmente al dominio dei Matarrese e testimoniare ai giocatori e dirigenti la loro solidarietà, in un momento così difficile per la società sull'orlo del precipizio per l'annunciato fallimento. Anche una folta delegazione di supporter frentani ha assistito alla gara che ha visto il Lanciano perdere per 1 a 0 pur avendo dominato la gara. Purtroppo gli abruzzesi avevano contro un avversario tra i pali, Guarna, che ha parato tutto e di più. Ma, ad onor del vero, bisogna dire che la sconfitta dei rosso-neri si deve, oltre alla bravura dell'estremo difensore pugliese, anche all'ormai ricorrente sterilità degli avanti abruzzesi incapaci di mettere dentro dei goal già fatti ed anche ad una buona dose di sfortuna. Ora la Virtus si trova in quarta posizione raggiunta dall'Avellino e superata dal Latina attestatosi in quarta posizione con 45 punti.

IL PRIMO TEMPO. Al 5° Amenta, servito da Mammarella dal corner, mette in rete ma l'arbitro annulla. Al 21° Guarna vola all'incrocio dei pali e devia un gran tiro di Minotti dai 25 metri . Al 33°Thiam prende il palo e Comi, poco dopo, non sfrutta un'occasione da rete. Inaspettatamente, a l 33, il Bari passa in vantaggio alla prima occasione con Ceppitelli che, indisturbato, segna di testa dopo aver ricevuto dal corner. Al 46° è ancora Guarna a salvare la porta pugliese con uno strepitoso intervento su tiro di Comi da ottima posizione.

IL SECONDO TEMPO. Nella seconda frazione di gioco i frentani aggrediscono la formazione barese alla ricerca del pareggio. Nei primi minuti Falcinelli e Di Cecco tentano di sorprendere, senza riuscirci, Guarna. Al 20° Ceppitelli interviene fallosamente in area su Comi, ma l'arbitro lascia proseguire. Al 31° Sepe nega a Joao Silva il raddoppio barese con un bella parata. Al 34° i pugliesi restano in 10 per l'espulsione di Nadaveric, ma i giocatori abruzzesi non riescono ad approfittarne pur schiacciando la squadra in maglia rossa nella propria area. La partita finisce con il Lanciano che perde malamente per 1 a 0.

TABELLINO E PAGELLE.

Bari (4-3-3): Guarna 8, Sabelli 6, Ceppitelli 7, Polenta 5,5, Calderoli 5,5, Defendi 6 , Fossati 6, Lugo Martinez 5,5, Beltrame 6 (10° st Nadarevic sv) Joao Silva 5, Galano 6 (44° st Cani sv). A disp: Cani, Pena, Zanon, Naderevic, Lores, Chiosa, Sammick, Mercadante, Santeamo.
Allenatore: Alberti 6.
Virtus Lanciano (4-3-3-): Sepe 7, Aquilanti 6, Troest 6, Amenta 7, Mammarella 6, Paghera 6, Minotti 6,5, Di Cecco 5,5, Piccolo sv (25°pt Comi 6.5), Thiam 6, Falcinelli 6.A disp: Nunzella,Vastola, Casarini, Ragstzu, Turchi, Branescu, Gatto, De Col. Allenatore: Baroni 6
Arbitro: Gavillucci di Latina

Redazione Independent

sabato 08 marzo 2014, 20:44

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
lanciano
bari
san nicola
matarrese
fallimento
classifica
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano