I ragionieri del Mef in Comune, la Città di Pescara rischia il fallimento?

Con sorpresa sono arrivati a Palazzo di Città gli ispettori del Ministero dell'Economia e Finanze

I ragionieri del Mef in Comune, la Città di Pescara rischia il fallimento?

PESCARA: ISPETTORI DEL MEF IN COMUNE. "Il Comune di Pescara è oggetto di una verifica amministrativa e contabile disposta dal MEF - Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato, la cui esecuzione è affidata al servizio Ispettivo di Finanza Pubblica, ai sensi dell'articolo 60, comma 5 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001 n. 165 e dell'art. 14, comma 1, lett. d della legge 31 dicembre 2009 n. 196”. A comunicarlo è l'assessore al Bilancio, Bruna Sammassimo. 

Nel mirino dei ragionieri, verosimilmente, i conti dell'Ente che recentemente ha fatto ricorso alla procedura di riequilibrio pluriennale dei conti dichiarando il pre-dissesto dell'Ente per debiti di bilancio oltre i 30 milioni di euro.

Cosa si rischia? Il pericolo per la Città di Pescara è che alle ispezioni possano seguire anche delle relazioni negative che potrebbero determinare la revoca della procedura di pre-dissesto e determinare, invece, il dissesto: cioè il fallimento del Comune.

In quest'ultimo caso, augurandoci che non sia così, le conseguenze per i cittadini pescaresi sarebbero disastrose così come per coloro che verranno riconosciti come responsabili di questa situazione eventuale.

Redazione Independent

giovedì 29 gennaio 2015, 18:42

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ispettori
ministero economia e finanze
comune pescara
notizie
dissesto
Cerca nel sito