I profughi di Chieti vanno a Montesilvano. Maragno chiama la prefettura

Non c'è pace per venti rifugiati che hanno chiesto asilo politico. Ma anche l'Abruzzo deve fare la sua parte

I profughi di Chieti vanno a Montesilvano. Maragno chiama la prefettura

A MONTESILVANO I PROFUGHI CHE NON VUOLE CHIETI? I profughi destinati ai Cappuccini di Chieti finiranno a Montesilvano? Nelle ultime ore e dopo la protesta del primo cittadino di Chieti che, ieri, insieme ad una ventina di attivisti della destra aveva occupato l'ingresso della struttura destinata ad ospitarli, sembra che finiranno in un hotel montesilvanese. La nostizia ha allarmato il primo cittadino Francesco Maragno che ha immediatamente chiamato la prefettura. «Abbiamo richiesto la convocazione di un incontro urgente - spiega il finanziere -  al fine di affrontare concretamente la problematica dei profughi ospitati in una struttura alberghiera di Montesilvano. Siamo a poche settimane dall'inizio della stagione estiva». Per Maragno è necessario individuare proposte e progettualità che siano in grado di coniugare le esigenze turistiche di Montesilvano, e al tempo stesso i diritti irrinunciabili dei rifugiati. L'incontro col Prefetto servirà a chiarire laa questione che interessa non solo Montesilvano, ma anche moltissimi altri comuni italiani.

Redazione Independent

giovedì 16 aprile 2015, 18:37

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
mmigrati
profughi
montesilvano
hotel
chieti
Cerca nel sito