I Tesori d'Abruzzo sulla tavola di sua eccellenza lo sceicco del Qatar

Olio, vino, confetture, carni, dolci, bevande, birra e caffè di 25 aziende abruzzesi nel prestigioso contesto del Motomondiale 2014

I Tesori d'Abruzzo sulla tavola di sua eccellenza lo sceicco del Qatar

Pasta, oli, vini, birra, sughi, confetture, carni, dolci, bevande, liquori, caramelle e caffè delle venticinque aziende abruzzesi, aderenti all'iniziativa "L'Agroalimentare protagonista del MotoGp 2014", saranno in bella mostra su una delle tavole più lussuose al mondo.

Stiamo parlando di sua eccellenza lo sceicco del Qatar, Faisal Bin Qassim Al Thani, al quale lo staff della Wanit.it, che vede come partner istituzionali il Centro Estero della Camera di Commercio d'Abruzzo, il Polo Agire (Agroalimentare) e il Polo dell'Internazionalizzazione, avrà l'onere e l'onore di presentare il meglio della nostra produzione enograstronomica.

"Nel mondo - spiega il direttore generale Nico Sacchini - esiste un bussiness miliardario di prodotti italiani confraffatti, spacciati per Made in Italy ma prodotti chissà dove. Il nostro obiettivo è quello di conquistare un mercato che ci spetta di diritto per cultura, passione e tradizione".

Grazie al patrocinio della Regione Abruzzo le aziende aderenti a "In Viaggio con WantEat" potranno esportare i loro prodotti nel mondo, aumentare il loro export, oltre ad affrontare il necessario passaggio verso l'internazionalizzazione in uno dei contesti più esclusivi e dinamici del pianeta: cioè il circus del MotoGp 2014.

"Dopo il Qatar - sottolinea l'amministratore delegato Marco Manzo - che certamente è uno dei mercati sul quale puntiamo moltissimo, saremo negli Stati Uniti, in Argentina, quattro mesi in Europa e poi andremo in Giappone, Malesia e Australia. Si tratta di un impegno senza dubbio gravoso ma che ci riempie di orgoglio. Aiutare un'azienda abruzzese oggi per noi significa salvare un'impresa, posti di lavoro e un territorio. Quando diciamo che il nostro obiettivo è salvare l'Abruzzo non scherziamo. Il nostro futuro è nel turismo, nella cultura e,soprattutto, nell'agroalimentare".

La Wanit.it è una startup abruzzese, partner di Telecom Italia del primo social commerce WantEat, realizzato in collaborazione con Slow Food, Università di Pollenzo (To) e Regione Piemonte.

Redazione Independent

martedì 04 marzo 2014, 11:25

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
prodotti
abruzzesi
sceicco
qatar
motogp
agroalimentare
marco manzo
Cerca nel sito

Identity