Grillo indagato per "istigazione a militari a disobbedire alle leggi"?

Il Gruppo Terrorismo della procura di Genova starebbe valutando l'ipotesi di reato prevista all'articolo 266 del codice penale

Grillo indagato per "istigazione a militari a disobbedire alle leggi"?

Rumors provenienti dalle procure di Roma, Bergamo e anche Teramo sembrerebbero far pensare che a brevissimo verrà aperto un fascicolo a carico del leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, per "istigazione a militari a disobbedire alle leggi".

Secondo il gruppo Terrorismo della procura di Genova ci sarebbe l'ipotesi di reato prevista all'articolo 266 del Codice Penale.

"Chiunque istiga i militari a disobbedire alle leggi [c.p. 415] o a violare il giuramento dato o i doveri della disciplina militare o altri doveri inerenti al proprio stato, ovvero fa a militari l'apologia di fatti contrari alle leggi, al giuramento, alla disciplina o ad altri doveri militari, è punito, per ciò solo, se il fatto non costituisce un più grave delitto, con la reclusione da uno a tre anni"

Nel mirino degli inquirenti una lettera aperta che Grillo scrisse il 10 dicembre sul suo blog invitando i vertici di polizia, carabinieri ed esercito.

Il fascicolo della Procura di Teramo prende le mosse dall'esposto presentato nel dicembre scorso da alcuni esponenti del movimento giovanile del Partito Democratico.

Redazione Independent

venerdì 07 febbraio 2014, 20:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
grillo
codice penale
reato
istigazione
procura
terrorismo
teramo
esposto
partito democratico
Cerca nel sito