Grecia lacrime e sangue

La Troika ordina ed Atene obbedisce: tagli alla spesa pubblica per 13 miliardi. In ballo c'erano gli aiuti della Ue

Grecia lacrime e sangue

IN GRECIA ANCORA TAGLI LACRIME E SANGUE. Il Parlamento Greco ha approvato il Bilancio del 2013 con i voti favorevoli dei partiti di centro destra che sostengono il governo Saramas. Nel Bilancio è inserita una manovra che prevede tagli alla spesa pubblica per 13,5 miliardi nei prossimi due anni. Mentre il Parlamentogreco votava la manovra, la popolazione è scesa in piazza per protestare contro gli ulteriori tagli al welfare che in Grecia hanno assunto proporzioni drammatiche. Il Premier spera che l'approvazione dei tagli al Bilancio siano sufficienti affinché la troika formata da UE, Bce, Fmi, possa sbloccare la tranche da 31 miliardi di euro.

LA RISPOSTA DELLA BORSA. Le borse europee hanno risposto con moderato ottimismo alle decisioni di bilancio provenienti da Atene. A Piazza Affari, mentre il differenziale tra i Btp e i Bund decennali tedeschi si posiziona sui 365 punti base, il Ftse Mib avanza dello 0,32% e l'All Share segna +0,28%.

C.M.


 

 

lunedì 12 novembre 2012, 16:08

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
grecia
manovra
troika
tagli
welfare
manifestazione
borsa
Cerca nel sito