Gianluca Pomante presenta il programma "Rinascimento teramano"

Economia, politiche giovanili, ambiente ed energia, mobilità urbana, cultura e turismo, lavoro, scuola e pubblica amministrazione: gli obilettivi del candidato sindaco

Gianluca Pomante presenta il programma "Rinascimento teramano"

GIANLUCA POMANTE PRESENTA IL PROGRAMMA PER IL RINASCIMENTO TERAMANO. È stato presentato questa mattina, presso la sede elettorale di Via Capuani 75, il programma per Teramo della squadra di Gianluca Pomante, candidato Sindaco alle elezioni del prossimo 25 Maggio.
“Un programma senza interventi faraonici, dedicato alle piccole cose volte a migliorare quotidianamente la vita di ogni cittadino: tutto è incentrato sull’attenzione alla persona” ha dichiarato Pomante. Un programma diviso per macro-settori (Economia; politiche giovanili; ambiente ed energia; mobilità urbana; cultura e turismo; lavoro scuola e sociale; Pubblica Amministrazione, quartieri e frazioni) ciascuno arricchito di proposte ed idee arrivate soprattutto dai cittadini attraverso WikiTeramo, la piattaforma partecipativa messa on line lo scorso inverno da Gianluca Pomante
Ecco di seguito, il programma completo che Gianluca Pomante ed i suoi sostenitori trovano necessario per la città di Teramo.

Interventi per il rilancio dell’Economia
Zona Franca per l'accesso delle imprese alla defiscalizzazione;
Mercatini di Natale e di Pasqua per promuovere i prodotti locali e sostenere i produttori locali;
Lotteria comunale di Natale, Pasqua e Ferragosto per promuovere gli acquisti nel territorio comunale;
Tassa di soggiorno “vincolata” all'erogazione di nuovi servizi per commercio e artigianato, concordati con le associazioni di categoria;
Istituzione delle vie a tema (via degli artigiani, via degli artisti, via dell'abbigliamento, via delle calzature, ecc.) attraverso l'incentivazione allo spostamento delle attività;
Incentivi per la localizzazione nel centro storico delle boutique e delle attività artigianali, con contestuale delocalizzazione della grande distribuzione in periferia;
Coordinamento delle attività produttive (anche tramite un Consorzio per la realizzazione di gruppi d'acquisto) del centro e della periferia, con istituzione degli spacci di frazione collegati alla grande distribuzione, che siano di supporto alle comunità locali;
Calendario di eventi sportivi e culturali, da Maggio a Settembre, che abbia come apice la Coppa Interamnia e coinvolga quartieri e frazioni per evitare manifestazioni concorrenti;
Istituzionalizzazione della Coppa Interamnia come evento culturale e sportivo, direttamente gestito dal Comune di Teramo o da una Fondazione partecipata da Istituzioni ed Aziende, per la realizzazione di manifestazioni enogastronomiche, artigianali e commerciali di contorno finalizzate alla promozione turistica del territorio e alla valorizzazione dei prodotti locali;
Rilevazione periodica delle situazioni di disagio sociale ed economico per interventi immediati anche con assegni ad personam;
Analisi di bilancio e revisione dei centri di costo, erogazioni finalizzate a promuovere la realizzazione di progetti con finalità turistiche e culturali, PEG annuali con obiettivi analitici per dirigenti, legati al miglioramento della qualità dei servizi con contestuale riduzione dei costi;
Istituzione della Moneta Locale complementare;
Incentivi alle imprese mediante affidamento gratuito del patrimonio pubblico (riduzione imposte locali in cambio di servizi);
Recupero delle strutture pubbliche e private fatiscenti per la realizzazione di nuovi uffici, strutture ricettive, residenze per studenti;
Incentivi a Bar - Caffè che offrono il servizio di lettura gratuito e di book sharing;
Incentivi a Bar, Ristoranti e Negozi che offrono prodotti locali e piatti tipici locali;
Recupero e valorizzazione degli spazi del Mercato Coperto di Piazza Verdi e del Mercato Ortofrutticolo all'ingrosso di Via dell'Orto Agrario da destinare nuovamente al commercio.

Politiche giovanili
Laboratorio di idee, proposte e progetti per la creazione di nuove imprese e per il supporto a quelle esistenti;
Corsi di avviamento alle attività artigianali ed incentivi alla produzione locale;
Creazione di spazi comunali nei quali esercitare attività artigianali;
Consorzi e cooperative giovanili per l'erogazione di servizi di consegne e logistica integrata nel tessuto urbano, noleggio veicoli elettrici, supporto alla mobilità sostenibile;
Integrazione degli studenti delle scuole superiori e dell'università nelle imprese per la realizzazione di stage e percorsi formativi, in Italia e all'Estero, durante l'attività didattica e in occasione delle vacanze estive;
Promozione del turismo e marketing territoriale affidati all'Università di Teramo, Facoltà di Scienza della Comunicazione, attraverso apposita convenzione finalizzata a garantire agli studenti un impegno operativo nella Pubblica Amministrazione in cambio del riconoscimento di crediti formativi;
Creazione di un laboratorio di cultura politica e democrazia partecipativa grazie alla collaborazione con le Facoltà di Giurisprudenza e Scienze Politiche e le associazioni presenti sul territorio.

Ambiente ed energia
Illuminazione pubblica intelligente attraverso la progressiva sostituzione degli attuali lampioni ad incandescenza con lampioni a led ad alta efficienza, dotati di pannello solare e antenne wireless per la creazione della struttura informatica necessaria alla rete civica;
Imbottigliamento acqua del Gran Sasso ed installazione casette dell'acqua in tutti i quartieri e le frazioni;
Raccolta differenziata “puntuale” e “tracciata” con bolletta organizzata come un conto corrente al fine di incentivare il cittadino al recupero di plastica, alluminio, vetro e carta. Istituzione dei centri di raccolta che in cambio delle materie da recuperare erogano buoni sconto da utilizzare nei negozi;
Compostaggio privato e collettivo, per riutilizzare i rifiuti organici per la produzione di concime biologico;
Incentivi alle nuove costruzioni e alle ristrutturazioni per il riciclo dell'acqua e l'installazione del fotovoltaico e del mini-eolico;
Progressiva introduzione dell'obbligo di costruire/ristrutturare edifici autosufficienti dal punto vista energetico/ecosostenibili;
Contenitori e servizi per il recupero dell'olio usato da frittura, delle siringhe usate, di vernici e solventi;
Installazione di distributori automatici di siringhe nuove gratuite in prossimità delle farmacie;
Ordinanza per deviazione TIR obbligatoria sul lotto zero.

Mobilità urbana
Revisione del chilometraggio urbano per la razionalizzazione del trasporto pubblico locale;
Integrazione con sistemi alternativi di car pooling, bike sharing, car sharing;
Istituzione Bike Sharing elettrico;
Istituzione Car Sharing elettrico;
Incentivi al Car Pooling;
Incentivi all'acquisto di veicoli elettrici privati;
Introduzione di Bus navetta elettrici ad induzione tra Piazzale San Francesco e i quattro principali obiettivi cittadini (Piazza Martiri della Libertà, Stazione Ferroviaria, Ospedale Civile, Università degli Studi di Teramo);
Progressiva estensione delle aree verdi, sportive e ricreative, attraverso l'abbattimento delle barriere architettoniche esistenti (Villa Comunale, Castello della Monica, Istituto Regina Margherita, Vecchio Stadio Comunale);
Valorizzazione dell'anello ciclopedonale, da collegare con i percorsi montani e con la costa sfruttando le strade bianche di servizio, utilizzate per la costruzione della Teramo-mare, e i percorsi montani già individuati dal Coordinamento Ciclabili Abruzzo Teramano;
Affidamento a privati di punti di ristoro ed assistenza tecnica lungo i percorsi ciclopedonali;
Introduzione dei parcheggi ad alta rotazione, gratuiti per i primi 15/30 minuti in base alla tipologia di attività commerciali in zona;
Incentivi per gli abbonamenti con i megaparcheggi compensati dal prelievo progressivo per le auto in sosta in centro.

Cultura e Turismo
Revisione ed organizzazione orari dei musei e delle chiese, implementazione di cartellonistica adeguata;
Recupero del Castello della Monica e del Teatro Romano anche per l'organizzazione di spettacoli ed eventi;
Corsi d'arte per giovani e adulti per valorizzare il patrimonio artistico cittadino;
Guida delle “100 cose da fare a Teramo prima di andar via”;
Applicazioni per smartphone e tablet per geolocalizzare monumenti, attrazioni, percorsi cittadini, servizi ed offerte introdotte quotidianamente da commercianti ed artigiani;
Guide monografiche / podcast per patrimonio artistico;
Guida monografiche / podcast per patrimonio naturalistico (sentieri per escursioni a piedi e in bici);
Guide monografiche per i percorsi eno-gastronomici cittadini ed esterni (agriturismi, B&B, centri benessere, ecc.);
Promozione sul web e sui social network (cultura.perteramo.it, bici.perteramo.it, profili facebook, twitter, instagram) affidata agli studenti della Facoltà di Scienza della Comunicazione in cambio di crediti formativi, dietro apposita convenzione;
Convenzione con alberghi ed imprese di trasporto (pubblicità su tutti i mezzi di Baltour, Marcozzi e Gaspari – pubblicità in tutte le località servite – pacchetti vacanze anche su Internet – pacchetti pellegrinaggi religiosi – pacchetti per itinerari culturali ed enogastronomici);
Convenzioni con i maggiori tour operator per visite guidate mare-montagna;
Interamnia Card per sconti negli esercizi, mobilità urbana e bike sharing gratuito, noleggio auto elettriche agevolato;
Calendario eventi estivi ed invernali incentrati sulla Coppa Interamnia (Aspettando la Coppa: Maggio culturale, Giugno sportivo; Durante la Coppa Interamnia: manifestazioni di contorno per la valorizzazione dei prodotti locali, dell'artigianato locale, dei percorsi enogastronomici, dell'antiquariato, oltre ai consueti mercatini etnici e ai confronti tra artisti di strada; dopo la Coppa: manifestazioni sportive di contorno, cinema in piazza, discoteca all'aperto lungo il parco fluviale, “Sapori d'autunno” per la promozione dei piatti locali di fine estate, Concorsi di idee per la promozione turistica e gli eventi culturali);
Coinvolgimento delle frazioni e dei quartieri per l'organizzazione di eventi e manifestazioni inclusi nel calendario comunale;
Riapertura e realizzazione bagni pubblici con aree di relax per famiglie con bambini in centro storico, nei quartieri e nelle frazioni;
Affidamento a privati del lungofiume e delle piste ciclopedonali per la realizzazione e manutenzione di spazi pubblici ed aree verdi attrezzate per i giovani (skate park, bike park, ecc.);
Visite guidate in agriturismi, vigneti, aziende agricole, per la promozione dei prodotti locali;
Partecipazione ad eventi fieristici nazionali ed internazionali per la promozione dei brand “Teramo” e “Coppa Interamnia”;
Istituzione dell'Ufficio Turistico in prossimità della Stazione Ferroviaria e dell'Autostazione di Piazzale San Francesco.

Lavoro, scuola e sociale
Adozione dei provvedimenti utili a perseguire le finalità di sostegno del lavoro e dell'occupazione di concerto con Provincia e Regione;
Organizzazione di eventi formativi per il coinvolgimento degli operatori di settore e dei potenziali lavoratori, al fine di incentivare l'incontro tra domanda ed offerta di lavoro;
Coinvolgimento dell'Università di Teramo e degli Istituti di Istruzione per eventi formativi presso le aziende;
Incentivi alle imprese che assumono manodopera locale attraverso la riduzione dei tributi locali;
Affidamento del patrimonio pubblico in comodato d'uso alle imprese locali (gratuitamente alle start-up e mediante incentivi ad artigiani e commercianti);
Convenzioni tra grande e piccola distribuzione per l'apertura degli spacci di frazione con affidamento ai giovani o a gruppi di cittadini;
Incentivi per l'attivazione di attività per l'erogazione di servizi e l'istituzione di aree di assistenza, addestramento e custodia animali da affezione (pensioni, dog sitter, percorsi agility, centri di addestramento, educazione, rieducazione, ecc.);
Potenziamento del Segretariato Sociale;
Istituzione e potenziamento dei consultori familiari e per le donne e i bambini vittime di abusi e violenza;
Interventi per l'assistenza e la mobilità dell'infanzia, dei disabili e degli anziani;
Abbattimento barriere e muri della città che ostacolano la circolazione dei disabili e la fruizione e il controllo delle aree pubbliche (installazioni a scomparsa nei palazzi con vincoli storici ed artistici, scivoli e montascale negli uffici pubblici, piste per non vedenti sui marciapiedi e sugli attraversamenti pedonali, isole salvagente rialzate per favorire l'accesso ai mezzi pubblici);
Coordinamento associazioni di volontariato attraverso un sistema di incentivi previo affidamento di servizi complementari all'attività svolta dalla ASL e dalle strutture convenzionate;
Interventi per la prevenzione di tossicodipendenza, alcolismo e ludopatia, assistenza ai soggetti già coinvolti;
Housing sociale per favorire la coabitazione di persone anziane autosufficienti;
Orti sociali per favorire la riduzione del costo della vita e la produzione di cibo biologico;
Edilizia popolare per disabili ed anziani caratterizzata da ampio uso della domotica e degli ausili per persone con difficoltà di deambulazione;
Sostegno alle famiglie e alle imprese in difficoltà attraverso la revisione dei tributi locali e la redistribuzione dei redditi gestiti dal Comune di Teramo, anche attraverso la realizzazione di un Fondo per il Microcredito alle famiglie e alle piccole imprese;
Dopo scuola civico con il supporto dei professionisti, delle Forze dell'Ordine e della banca del tempo;
Riorganizzazione orizzontale delle strutture scolastiche, per sfruttare le sinergie tra realtà appartenenti allo stesso livello di istruzione, integrando l'offerta formativa con aule adibite a mensa e doposcuola, coinvolgendo anche professionisti ed esperti esterni per insegnamenti complementari come l'educazione civica, l'educazione stradale, l'educazione sessuale, ecc;
Servizio di trasporto pubblico per i ragazzi che vogliono frequentare il doposcuola;
Istituzione del Pedibus per gli studenti che abitano in prossimità degli Istituti Scolastici;
Delocalizzazione del servizio di pronto soccorso tramite ambulanze; diversi presidi dislocati sul territorio cittadino, uno dei quali a San Nicolò a Tordino, per favorire l'attività di soccorso e ridurre i tempi degli interventi;
Delocalizzazione del servizio di pronto intervento dei Vigili del Fuoco in diversi presidi dislocati sul territorio cittadino, uno dei quali a San Nicolò a Tordino, per favorire le attività di soccorso e ridurre i tempi degli interventi;
Istituzione della “Banca del tempo comunale” per favorire lo scambio di servizi e l'assistenza reciproca;
Spesa assistita (anche per medicinali) per anziani, disabili e famiglie in stato di difficoltà;
Potenziamento dei centri anziani ed organizzazione di iniziative ludiche e culturali in loco.

Pubblica Amministrazione, quartieri e frazioni
Modifica dello Statuto Comunale per l'introduzione della Consulta dei quartieri e delle frazioni;
Approvazione del Regolamento per l'individuazione e la disciplina dei beni comuni;
Approvazione del Regolamento consultazioni popolari;
Introduzione sperimentale del Bilancio partecipato;
Registro pubblico degli incarichi professionali e redistribuzione con il criterio della giovane età (per incarichi semplici) e della professionalità (per incarichi complessi);
Riqualificazione delle professionalità interne del Comune per la riduzione delle consulenze esterne;
Avvio della smart city e della rete civica wifi attraverso la partecipazione alla prossima selezione per “progetti pilota” indetta dall'Osservatorio Nazionale Smart City;
Erogazione Servizi on line al cittadino attraverso l'utilizzo della posta elettronica certificata e della firma digitale;
Segnalazione disagi e problemi con applicazioni per smartphone e tablet in grado di scattare fotografie geolocalizzate;
Squadre di pronto intervento collegate via radio con la centrale operativa del Comune per la riduzione dei tempi di intervento;
Riqualificazione e formazione professionale della polizia municipale, affiancamento con la polizia privata;
Convenzione con Ministero della Giustizia per Lavori di Pubblica Utilità e Semilibertà ai detenuti da impiegare in progetti di manutenzione urbana;
Istituzione dell'assessorato allo “Sviluppo e organizzazione del territorio” in luogo di quelli all'urbanistica e ai lavori pubblici;
Istituzione dell'Ufficio Comunale per la rilevazione della serenità e della qualità della vita;
Convenzioni e consorzi di comuni per l'erogazione di servizi congiunti (perseguimento della riduzione dei costi per i Comuni piccoli e di maggiori introiti per il Comune di Teramo a parità di costi, utilizzando le strutture ed il personale già assegnati ai relativi servizi);
Municipalizzazione di Equitalia e Soget o dei relativi servizi di riscossione;
Progetti di riqualificazione di quartieri e frazioni individuando elementi locali ed aree da valorizzare;
Spacci di frazione con ludoteche;
Creazione e valorizzazione di parchi e giardini, piazze ed aree di aggregazione;
Potenziamento della illuminazione pubblica e del trasporto urbano;
Recupero e valorizzazione di insediamenti romani e medievali;
Sostentamento delle attività turistiche familiari (B&B, agriturismi, alberghi diffusi, ecc.).

Redazione Independent

martedì 20 maggio 2014, 17:59

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
gianluca pomante
programma
candidato
sindaco
teramo
teramo 30
elezioni
Cerca nel sito