Furie Rosse da batticuore: lo scontro salvezza contro Recanati finice 78-72

Quella di ieri sera è stata una partita sofferta sin dalla prima palla non solo per la vitale posta in palio. Adesso due trasferte fondamentali

Furie Rosse da batticuore: lo scontro salvezza contro Recanati finice 78-72

FURIE DA APPLAUSI: LO SCONTRO SALVEZZA CONTRO RECANATI FINISCE 78-72. Le Furie rispondono ancora una volta con i fatti alle sterili critiche settimanali, dopo le due sconfitte consecutive delle scorse giornate. Quella di ieri sera è stata una partita sofferta sin dalla prima palla non solo per la vitale posta in palio, un arbitraggio a dir poco scandaloso, supponente e inadeguato per la categoria ha condizionato l’intera gara, falsandone sovente gli equilibri con decisioni degne solamente di un’eccessiva e patologica smania di protagonismo. In risposta al DG Brandimarte, che aveva lamentato pubblicamente domenica scorsa a Roseto una condotta di gara ‘eccessivamente casalinga’ contro la Proger, la federazione ha ben pensato di mandare a Chieti tre tra i maggiori incompetenti, i quali hanno deciso in autonomia di giocare da soli una sorta di spareggio salvezza, bypassando qualunque sforzo societario su entrambi i fronti. Alla fine l’hanno spunata le Furie, sicuramente più solide ed organizzate come team rispetto al fanalino di coda Recanati, che ha avuto in Jarel Reynolds il suo miglior giocatore con 27 punti e 12 rimbalzi in 29 minuti, coadiuvato da un ottimo Travis Bader e poco altro. Gli uomini di coach Galli hanno lottato da grande squadra, trovando conferma in Trae Golden che sembra aver trovato la quadra giusta da quando è impiegato come play, riuscendo a rendere più fluido il suo gioco come quello di squadra e trovando i necessari spazi consoni alle sue performanti caratteristiche. Il black play ha giocato un’altra grandissima gara, dopo quelle di Piacenza e Roseto, chiudendo lo score con 22 punti, 6 rimbalzi ed 8 assists; altra nota lieta viene dal sempre più convincete Chris Mortellaro, infinito lottatore, che ha avuto un altissimo rendimento con 19 punti, 11 rimbalzi ed il 100% dal campo. Commovente ancora una volta la prova di capitan Sergio, che ha dimostrato la sua importanza di uomo squadra, mettendo il punto esclamativo in ogni dove nei momenti topici della partita.

LA GARA. Lo starting five del ‘Cedro’ è composto da Golden play, Piccoli e Davis esterni, Gigi Sergio 4 e Mortellaro pivot; coach Sacco risponde con Sorrentino play, Travis Bader e Loschi esterni, il capitano Giacomo Maspero da 4 e Reynolds pivot. L’inizio è tutto per gli ospiti, che trovano grande sicurezza in Reynolds con due schiaccioni, una palla rubata ed un coast to coast. Immediato il timeout richiesto da Massimo Galli che porta i suoi frutti, le Furie pareggiano il conto 13-13 a 3:55 dal termine del primo quarto. Chris Mortellaro soffre moltissimo i centimetri ed il fisico di Reynolds ma prende un evidente sfondamento da quest’ultimo, che gli arbitri interpretano come simulazione e sanzionano con un fallo tecnico. Ha così inizio, nel disappunto del PalaLeombroni e dei 100 tifosi ospiti, il loro personalissimo show. Il texano è bravo a non innervosirsi e va subito dopo a realizzare in entrata. La gara rimane in equilibrio sino alla tripla di Maspero che fissa il punteggio su 22-25 al termine della prima frazione.

Coach Galli da’ un po’ di respiro a Mortellaro ed inserisce il giovane Dario Zucca, che favorisce numerosi mismatch per Reynolds. Il lungo dei marchigiani spadroneggia come vuole sotto le plance e, in totale solitudine, porta dopo 5 minuti i suoi al massimo vantaggio 25-34. Le Furie rimangono comunque sul pezzo, le difese alternate di coach Galli funzionano nella giusta maniera al punto che Recanati è costretta spesso a forzare da fuori con Loschi e Bader, quando non riesce a servire Reynolds. Trae Golden dal canto suo prende per mano la squadra ed inizia a distribuire assists e, soprattutto, ad attaccare con successo il ferro con le sue entrate devastanti. Funziona alla grande il pick’n’roll con Mortellaro, ed anche le rotazioni sembrano dare il giusto contributo. Un canestro di Andrea Piazza sul fil di sirena manda la squadra al riposo lungo 37-39.

L’inizio del terzo quarto è convincente e Gigi Sergio pareggia immediatamente i conti, il solito Reynolds e Sorrentino provano a scappare 39-43 a 8:15 ma Trae Golden dice di no: un rimbalzo offensivo, una palla rubata e due penetrazioni potenti portano la Proger avanti 45-43. AL minuto 5:24 viene fischiato un fallo antisportivo, anche questo per la verità molto dubbio, a Reynolds che le Furie capitalizzano al massimo, insieme con un pick’n’roll tra Zucca e Golden. Dopo alcune decisioni arbitrali assolutamente inopportune, a 1:57 dal termine della frazione viene fischiato un fallo tecnico a Reynolds per reiterati sberleffi al pubblico teatino. E’ la chiave della partita, il lungo americano va a sedersi in panchina e viene sostituito da un giovane ma inesperto Marini. L’ultimo possesso è delle Furie, che segnano con Davis sul fil di sirena un canestro validissimo naturalmente annullato dai ‘protagonisti della gara’.

L’ultimo quarto inizia all’insegna del burlesco: Marini sbaglia un tiro da sotto in totale solitudine, gli arbitri fischiano conseguentemente fallo a capitan Sergio che era lontano almeno tre metri. Ancora una volta le Furie sono brave a non perder la pazienza e pian piano iniziano ad allungare il proprio vantaggio, grazie agli evidenti mismatch di cui beneficia Mortellaro in assenza di Reynolds, seduto in panca con quattro falli. Due triple del capitano ed una di Matteo Piccoli mandano in confusione Recanati che, a 3:23 dal termine, è sotto 75-64. La gara prosegue con una buona amministrazione delle Furie e termina 78-72.

Domenica prossima si va a Verona, la successiva a Ravenna. Saranno due trasferte fondamentali per dire la propria sulla questione Salvezza. Tutto il roster della Proger vale quanto un giocatore della Tezenis Verona, ma la classifica dice che, al momento, entrambe hanno 8 punti.

Forza ragazzi, bisogna crederci!!!

 

A fine gara Gigi Sergio, dichiara: "Quest'oggi non penso ci siano state giocate decisive ma penso che sia stata una vittoria di squadra. Nelle prossime gare, per portare a casa i due punti, reputo necessario lo scendere in campo con lo stesso atteggiamento con cui abbiamo affrontato gli ultimi due quarti, tenaci in attacco e aggressivi in difesa. Questa vittoria ci toglie sicuramente pressione, dal momento che ci allontana dall'ultima piazza. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando partita dopo partita di allontanarci dalle zone basse della classifica: sicuramente daremo il massimo!".

Coach Galli invece, afferma: "Complimenti ai ragazzi che sono riusciti a vincere la gara odierna, che in questo momento della stagione era fondamentale. Abbiamo saputo soffrire nei primi tre quarti e nell'ultimo periodo, grazie ad una difesa attenta e scelte oculate in attacco siamo riusciti a piazzare il break decisivo. Reputo Recanati una buona squadra, che ha perso quasi tutte le partite con scarto minimo, giocandosele fino alla fine e che anche stasera ci ha creduto fino alla fine. Gli ospiti inoltre possedevano ottime individualità: Reynolds, per esempio, per me è un giocatore di altissimo livello, siamo stati bravi dopo due quarti devastanti a raddoppiarlo, costringendolo a passare la palla, magari rischiando qualcosa sui loro tiratori. Tornando a noi, dobbiamo pensare al nostro futuro giornata dopo giornata, sappiamo che sarà un campionato lunghissimo e durissimo. Ciò deve essere chiaro a tutti, noi però lotteremo sempre e su ogni campo, cercando di vincere più partite possibili". 

Per gli ospiti, coach Sacco dichiara: "Nelle nostre precedenti prestazioni c’è stata un’alternanza di anarchia, unita ad alcuni momenti di buona pallacanestro, che spesso è coincisa con importanti vantaggi (come per esempio è successo a Forlì): peccato che a prevalere spesso sia il disordine e la classifica non può che evidenziarlo. Questa sera reputo però che la mia squadra abbia sfoderato una discreta prestazione, abbiamo però concesso troppi rimbalzi offensivi nel primo tempo, mentre nel secondo ci siamo fidati un po’ troppo negli aiuti ai recuperi, lasciando tiri apertissimi ai padroni di casa, su giocatori con cui potevamo prendere qualche rischio - e soprattutto Sergio -  ci hanno punito. Abbiamo sprecato troppo in momenti a noi favorevoli, ragionando poco e forzando troppo spesso le nostre conclusioni”.

 

Proger Chieti - Ambalt Recanati 78-72 (22-25, 15-14, 18-17, 23-16)

Proger Chieti: Golden 22 (8/14, 0/2), Mortellaro 19 (8/8, 0/0), Sergio 17 (3/4, 2/9), Davis 7 (2/10, 1/3), Piccoli 4 (0/1, 1/2), Zucca 4 (2/3, 0/0), Venucci 3 (0/0, 1/3), Piazza 2 (1/2, 0/2), Allegretti 0 (0/1, 0/0), Ippolito N.E., Clemente N.E.

Coach: Massimo Galli

Tiri liberi: 15 / 18 - Rimbalzi: 40 11 + 29 (Mortellaro 11) - Assist: 24 (Golden 8)

Ambalt Recanati: Reynolds 27 (12/14, 0/0), Bader 15 (3/8, 3/8), Loschi 9 (0/1, 2/6), Sorrentino 8 (2/5, 1/5), Bolpin 4 (2/3, 0/1), Marini 4 (1/1, 0/0), Maspero 3 (0/5, 1/5), Spizzichini 2 (1/3, 0/0), Breccia 0 (0/0, 0/0), Armento 0 (0/0, 0/0), Fossati 0 (0/0, 0/0), Renna 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 13 - Rimbalzi: 27 8 + 19 (Reynolds 12) - Assist: 7 (Loschi 3)

Coach: Giancarlo Sacco

 

Risultati 11^ Giornata Serie A2 Girone Est

De’ Longhi Treviso-Andrea Costa Imola 77-65

Segafredo Bologna-Alma Trieste 76-63

OraSì Ravenna-Tezenis Verona 78-70

Unieuro Forlì-Aurora Jesi 75-81

Proger Chieti-Ambalt Recanati 78-72

Kontatto Bologna-Roseto Sharks 76-70

Dinamica Generale Mantova-GSA Udine 81-63

Bondi Ferrara-Assigeco Piacenza 79-81

 

CLASSIFICA

De’ Longhi Treviso 18

Segafredo Bologna 18

Roseto Sharks 14

OraSì Ravenna 14

Dinamica Generale Mantova 14

Kontatto Bologna 14

Alma Trieste 12

Assigeco Piacenza 12

Aurora Jesi 10

Tezenis Verona 8

Proger Chieti 8

GSA Udine 8

Unieuro Forlì 8

Andrea Costa Imola 8

Bondi Ferrara 8

Ambalt Recanati 2

 

Prossimo Turno (Domenica 11 Dicembre, Ore 18.00)

Assigeco Piacenza-Kontatto Bologna

GSA Udine-Bondi Ferrara

Alma Trieste-Dinamica Generale Mantova

Roseto Sharks-Aurora Jesi

Tezenis Verona-Proger Chieti

Andrea Costa Imola-OraSì Ravenna

Saegafredo Bologna-Unieuro Forlì

Ambalt Recanati-De’ Longhi Treviso

 

Stefano Tortoreto

venerdì 09 dicembre 2016, 12:05

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
furie rosse
recanati
scontro salvezza
tabellino chieti recanati
basket
abruzzo
Cerca nel sito