Francavilla: turno 'antiprostituzione', no al ricorso del sindacato Polizia Municipale

Il Tribunale di Chieti ha respinto il ricorso della Uil Fpl. L'assessore al contenzioso, Davide Campli: "Sono soddisfatto"

Francavilla: turno 'antiprostituzione', no al ricorso del sindacato Polizia Municipale

RICORSO RESPINTO. Il Tribunale di Chieti rigetta il ricorso della Uil Fpl proposto per i turni della polizia municipale di Francavilla. La sentenza, emessa nei giorni scorsi, fa seguito al ricorso proposto dal sindacato che lamentava una presunta condotta antisindacale posta in essere dal Comune di Francavilla al Mare. Nel ricorso si faceva riferimento alla turnazione  del periodo estivo per la Polizia Municipale, e in particolare a quella per il turno notturno “antiprostituzione”. A fine giugno, infatti, l’amministrazione comunale ha messo in campo un iniziativa di controllo del territorio nelle ore notturne affinchè la presenza dei vigili potesse essere un deterrente nei confronti della prostituzione su strada. I vigili urbani erano in servizio con due pattuglie sino all'una di notte controllando le vie maggiormente interessate dal fenomeno.

LE RICHIESTE DELLA UIL. La Uil ha chiesto, nel dettaglio, di disapplicare il provvedimento adottato poiché non era stato preventivamente concordato con i rappresentanti sindacali. Il Tribunale, però, ha accolto la difesa dell'Amministrazione comunale e sgombrato il campo da qualsiasi dubbio interpretativo: in sostanza, le amministrazioni pubbliche non hanno alcun obbligo nei confronti delle organizzazioni sindacali in materia di organizzazione dell'orario di lavoro. Il Tribunale ha, quindi, rigettato il ricorso ritenendolo infondato e ha condannato la ricorrente Uil al pagamento della delle spese di lite che ammontano a quasi € 4.000.

“Sono soddisfatto del rigetto del ricorso”, dichiara l’assessore al contenzioso Davide Campli, “in quanto è l'attestazione del corretto operare dell'Amministrazione comunale, caratteristica che contraddistingue l'amministrazione Luciani da oltre cinque anni, oltre a essere puntuale riscontro dei buoni risultati della riorganizzazione del settore affari legali del Comune di Francavilla”.


Redazione Independent

 

     La UIL FPL Chieti  nello stile che lo contraddistingue, sia sotto l’aspetto sindacale che sotto l’aspetto istituzionale rispetta le sentenze che vengono emesse, ciò non toglie che si possano  criticare o fare riflessioni su di esse.

Bene questa sentenza non ci convince, e stiamo valutando la possibilità di sostenere le nostre perplessità in un'altra sede, e ciò in quanto non si è tenuto minimamente conto di quanto sostenuto e denunciato da questa sigla sindacale, ed inoltre il riferimento sul quale è stato emesso il giudizio è , a nostro avviso, fortemente dubbioso.

     Vorremmo aggiungere che una sigla sindacale non si sveglia la mattina e decide di ricorrere al giudice del lavoro,  questo è avvenuto in quanto il ripetersi  di comportamenti, a nostro avviso, conflittuali con il contratto di lavoro e le normali relazioni sindacali, che dovrebbero esserci in un comune dove si urla che comanda il diritto, sarebbe bastato dialogare o quantomeno una cosa che sta alla base di ogni normale relazione: L’informazione preventiva, tipo l’applicazione dei nuovi turni di lavoro che vengono comunicati alle emittenti televisivi si e ai sindacati no

    Rispettiamo la sentenza e l’istituzione giustizia ma non ne siamo convinti o paghi.  

domenica 18 settembre 2016, 18:47

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
francavillaalmare
tribunale
ricorso
lavoro
prostituzione
sindacato
Cerca nel sito