Fontanelle: famiglia appena sfrattata, sfonda e rioccupa la casa

La delusione di Pettinari (M5S) che ha ricostruito la vicenda: "Hanno atteso la fine dei lavori degli operai e quando se ne sono andati hanno abbattuto di nuovo il muro"

Fontanelle: famiglia appena sfrattata, sfonda e rioccupa la casa

FONTANELLE: FAMIGLIA APPENA SFRATTATA, SFONDA NUOVAMENTE E RIOCCUPA L’APPARTAMENTO. "Dopo un confronto serrato con gli uffici regionali dell’ATER questa mattina siamo riusciti ad ottenere il primo sfratto di una famiglia di occupanti abusivi di un appartamento sito al primo piano del civico 25 di Via Caduti per Servizio. La rabbia dei residenti è scoppiata quando hanno dovuto constatare che dopo essere stati sfrattati e dopo che gli operai dell’Ater hanno murato la porta la famiglia sfrattata ha atteso che gli operai e le forze dell’ordine si allontanassero per sfondare nuovamente la porta ed impossessarsi dell’alloggio popolare. A nulla è servito la chiamata delle forze dell’ordine . Questo ennesimo disservizio si è potuto verificare perché il Comune di Pescara non si è coordinato con l’ATER per riassegnare immediatamente l’alloggio liberato agli aventi diritto. Siamo delusi e amareggiati dell’inerzia dell’amministrazione comunale davanti all’emergenza che investe Via Caduti per Servizio". Questo il commento del consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Domenico Pettinari.

Redazione Independent

sabato 26 settembre 2015, 09:45

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
fontanelle
sfratto
casa occupata
abusiva
residenti
via caduti per servizio
Cerca nel sito