Follia nel quartiere Rancitelli: nella "polveriera" d'Abruzzo gambizzato ex pugile

Ennesimo episodio di violenza: un giovane è stato gambizzato in via Lago di Capestrano. Fermata una persona

Follia nel quartiere Rancitelli: nella "polveriera" d'Abruzzo gambizzato ex pugile

FOLLIA NEL QUARTIERE RANCITELLI LA POLVERIERA D'ABRUZZO. A Pescara ci sono troppe armi e troppa criminalità. L'ennesima conferma arriva dal ferimento di un giovane di 33 anni, ex campione italiano di pugilato, che è finito in ospedale con tre pallottole nelle gambe. Purtroppo l'episodio si è verificato ancora una volta nel quartiere più a rischio della città, quella Rancitelli dove la criminalità trova terreno fertile nei palazzi delle case popolari dove abitano moltissime famiglie e che vivono ai limiti della legalità.

Non è chiaro chi abbia sparato e per quale ragione. Un uomo è stato fermato dalla polizia: si tratta della persona che ha accompagnato il ferito in ospedale.

Sul caso indaga la Squadra Mobile di Pescara, guidata dal vice-questore aggiunto Pierfrancesco Muriana, che sta ascoltando alcuni testimoni che erano sul luogo del delitto, cioè in via Lago di Capestrano intorno alle ore 17. 

Probabile domattina un blitz delle forze dell'ordine nello stabile di via Tavo sempre più al centro delle azioni di repressione e prevenzione del crimine.

 

Redazione Independent

 

domenica 19 aprile 2015, 20:04

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
via lago di capestrano
rancitelli
pistola
squadra mobile
muriana
Cerca nel sito

Identity