Finalmente libero dopo 15 giorni da incubo il capitano De Simone

E' dovuta intervenire la Farnesina per liberare dalle prigioni del Gambia il comandante del peschereccio Idra Q. accusato di pesca illegale

Finalmente libero dopo 15 giorni da incubo il capitano De Simone

FINALMENTE LIBERO IL CAPITANO DI SILVI. "Per fortuna sono vivo e rivedo la luce dopo 15 giorni": queste le prime parole pronunciate dal silvarolo Sandro De Simone, capitano della nave peschereccio Idra Q. arrestato in Gambia insieme al direttore di macchina Massimo Liberati. A divulgare la notizia della scarcerazione è stata proprio la Italfish, la società armatrice presso la quale è impiagato il 51enne di Silvi. Secondo indiscrezioni l'uomo sarebbe però provato dalla detenzione nelle prigioni africani nelle quali è stato rinchiuso lo scorso 2 marzo. Adesso verranno valutate le sue condizioni mediche prima di decidere per un trasferimento in Italia, dove lo aspetta la moglie "felicissima di riabbracciarlo".

Del caso se ne sono occupati Benedetto Della Vedova, l’onorevole Giulio Sottanelli, deputato di Scelta Civica, il movimento civico Silvi Bellissima e lo stesso governatore della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso. 

Non è chiaro se il Governo Italiano o la societò armatrice abbiano pagato una multa per il rilascio dei due pescatori. Ma l'importante è che questa vicenda abbia avuto un esito finalmente positivo.

Redazione Independent

mercoledì 18 marzo 2015, 06:55

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescartore
italiano
sandro de simone
silvi
massimo liberati
san benedetto
notizie
Cerca nel sito

Identity