Finalmente Lorenzo vola negli USA: Urrà!

Ha funzionato la macchina della solidarietà per il giovane calciatore di Lanciano: raggiunti i 600mila euro per l'operazione

Finalmente Lorenzo vola negli USA: Urrà!

LORENZO COSTANTINI VOLA NEGLI USA. La famiglia Costantini, nel ringraziare tutti coloro i quali hanno contribuito al raggiungimento dell’obiettivo dei 600,000 dollari, necessari per consentire le cure di Lorenzo, comunica che l’importo previsto è stato raggiunto e successivamente la famiglia ne darà dettagliatamente conto. Inoltre la Onlus e la famiglia Costantini, non volendo approfittare della INFINITA bontà e solidarietà dimostrata da tutti comunica che la raccolta debba ritenersi conclusa. Chiunque intenda ancora contribuire, per consentire alla Onlus di sostenere le spese di viaggio e di soggiorno sia della famiglia che di Lorenzo per l’intera durata della convalescenza negli Stati Uniti, può farlo liberamente, mediante versamenti bancari o paypal. Informiamo inoltre che nel caso dovessero esserci eccedenze di fondi la Onlus provvederà tempestivamente a devolvere tale importo ad altra persona bisognosa di cure o in beneficenza ad altra Onlus. Le raccolte di fondi con salvadanai non sono più necessarie, si invita pertanto a rimuoverle e a non organizzare eventi per altre raccolte fondi a favore della Onlus salvo autorizzazione scritta da parte della Onlus stessa Lorenzofacciungoal.

LA STORIA. Lorenzo Costantini è un ragazzo di vent’anni e fino ad alcuni mesi fa, si divideva fra i doveri di studente (ha conseguito la maturità scientifica nel 2013) e la passione, il sogno di sempre fin da bambino che per lui stava per diventare una splendida realtà: entrare a far parte del grande mondo del calcio nazionale. Poi sopravviene un infortunio in allenamento e la necessità di un intervento. Nella fase di preparazione le analisi rivelano però, incredibilmente, una situazione molto più grave: Lorenzo è affetto da una leucemia che si rivelerà resistente alle cure tradizionali quale la chemio, ma anche a molti farmaci sperimentali e al trapianto del midollo dalla sorella Roberta. La famiglia si trasferisce a Bologna e affida Lorenzo alle cure del Prof. Martinelli e della sua ottima équipe. Ad oggi Lorenzo ha già fatto molte cure, alcuni mesi sono passati ma la guarigione sembra un obiettivo difficile da raggiungere. La guarigione, sostengono i medici che lo hanno in cura e secondo un’opinione sempre più convintamente condivisa dalla comunità scientifica internazionale, è possibile a Philadelphia, dove il Prof. Carl June sperimenta una nuova terapia che ha già guarito numerosi pazienti. Dunque Lorenzo dovrà recarvisi presto, prestissimo, approfittando del periodo di remissione della malattia. La cura è gratuita ma il ricovero presso l’ospedale richiede un costo di 600.000 dollari che la famiglia da sola non può sostenere. Un altro ragazzo, Tommaso, ricoverato nello stesso ospedale, è già partito grazie alla solidarietà di tantissimi e in questi giorni si sta sottoponendo a quella sperimentazione che lo porterà verso la guarigione, noi tutti qui glielo auguriamo così come, con tutte le nostre forze, lo speriamo, lo vogliamo per Lorenzo. Chiediamo pertanto che questa solidarietà continui, siamo convinti che non verrà meno affinché la vita spensierata di Lorenzo ricominci nel punto in cui si era interrotta. Pensiamo anche alla concreta possibilità che la sua esperienza può rappresentare per quanti vengono purtroppo colpiti dalla stessa malattia. Al buon cuore di quanti vorranno contribuire, anche con una piccola somma, diciamo grazie e ci impegniamo a far seguire tutte le notizie su quanto verrà intrapreso nei prossimi giorni. Siamo altresì disponibili in qualsiasi momento a fornire informazioni di qualsiasi genere. Vi ringraziamo tutti.

La famiglia

lunedì 28 luglio 2014, 23:48

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
lorenzo costantini
lanciano
calciatore
operazione
stati uniti
donazioni
Cerca nel sito