Ferrara spegne i sogni di Chieti 77-82 dopo una gara intensissima

Proger Chieti vede svanire matematicamente ogni possibilità di accesso ai playoff. Coach Galli: "Ci riproveremo l'anno prossimo"

Ferrara spegne i sogni di Chieti 77-82 dopo una gara intensissima

FERRARA SPEGNE I SOGNI PLAYOFF 77-82 DOPO UNA GARA INTENSISSIMA. In una domenica tutta primaverile la Proger Chieti vede svanire matematicamente ogni possibilità di accesso ai playoff, grazie ad una Mobyt Ferrara molto solida e sicuramente più esperta, che ha fatto della sua granitica difesa la sua arma vincente. Con un Sollazzo contenuto perfettamente da Troy Huff (che risulterà alla fine MVP della gara con 22 punti) ed un Gigi Sergio in serata decisamente sfortunata, i teatini depongono le armi di fronte ad una standing ovation tributata da 1500 persone, tutte estremamente grate a questi giovani che coach Massimo Galli ha saputo modellare e far crescere nel corso di questa stagione. Ed è proprio da questo blocco che, stando ad indiscrezioni dell’ultim’ora, avrebbe intenzione di ripartire il presidente Di Cosmo, da ieri sessantenne, per rinforzare la squadra in vista della prossima A2 unificata. Le Furie partono con Ancellotti, Hamilton, Sollazzo, Monaldi e Sergio in quintetto, cui rispondono gli estensi con Huff, Castelli, Hasbrouck, Ferri e Benfatto. Il primo quarto si chiude con la Proger in vantaggio 22-21 grazie ad un’ottima difesa con 4 palle rcuperate, due triple di Reggie Hamilton e con Ancellotti a farla da padrone nel pitturato. Nella seconda frazione coach Galli da un po’ di respiro a 3/5 del quintetto iniziale, si rivede capitan Cardillo al Palaleombroni, con Palermo e Paesano che imprime subito la sua personalità con una schiacciata ed altri due punti importanti. La difesa teatina è però in questa frazione un po’ distratta ed a farne le spese è proprio Paesano, il più giovane del gruppo, che è costretto ad abbandonare il campo gravato di 3 falli dopo soli 5 minuti di gioco. Ma c’è ancora Andrea Ancellotti che domina sotto i tabelloni e chiude la metà gara con 15 punti personali mantenendo la squadra avanti di tre punti 39-36. Dopo il riposo i teatini non sembrano più lucidi come in precedenza, sbagliano diversi passaggi ed anche due tiri facili da sotto canestro con Monaldi e Ferrara prova ad allungare con Huff che piazza una tripla seguita da un contropiede, replicato subito da Benfatto. Immediato il timeout chiesto da coach Galli, dopo il quale gli estensi iniziano a piazzare quella che diventerà la loro arma vincente: una difesa a zona 2-3 molto stretta che annulla ogni soluzione di pick & roll da parte dei teatini, pronta a tornare difesa a uomo fortemente aggressiva in altre occasioni. Gli estensi possono contare su un’ottima rotazione di giocatori come Ferri, Castelli e Amici, che vanno a referto in momenti topici della partita. Proprio quest’ultimo, in campo come ‘finto play’, risulterà determinante nel limitare gli esterni biancorossi. Il terzo quarto si chiude in parità 61-61, con Hamilton da una parte a sorreggere la poca lucidità dei compagni e Huff dall’altra che inizia ad imprimere il marchio al match. L’ultima frazione è un capolavoro Ferrara, con Benfatto che gioca gli ultimi 10 minuti con 4 falli e riesce ad essere decisivo nel finale, Hasbrouck (dolorante alla schiena per tutta la gara) che trova una tripla fondamentale a 3.25 dal termine (66-71) ed il solito Troy Huff che risponde colpo su colpo alle triple di Hamilton. La partita termina con 5 punti di vantaggio per Ferrara 77-82, mentre i teatini avrebbero dovuto vincere di 5 punti per continuare a sperare nei playoff. Resta una stagione favolosa costruita con grande professionalità, carattere e passione da coach Massimo Galli e da tutto il suo staff, che hanno reso eccellenti un gruppo di ragazzi dati all’inizio della stagione per sicuri retrocessi. Si attendono ora gli ultimi tre impegni con la stessa dignità mostrata sinora ma, soprattutto, una prossima stagione che possa far fede alle promesse fatte dal presidente Di Cosmo qualche mese fa: la serie A1!!! Chapeau Proger!!! Il basket si sente onorato da questo splendido campionato.

Tabellino: Proger Chieti – Mobyt Ferrara 77-82 (22-21, 17-15, 22-25, 16-21)

Proger Chieti: Hamilton 19 (2/3, 4/7), Cardillo 0 (0/1 da tre), Palermo 0 (0/1 da tre), Paesano 4 (2/2), Ancellotti 21 (8/10, 0/3), Sergio 0 (0/2, 0/5), Monaldi 19 (2/5, 5/9), Sollazzo 14 (5/10, 0/2) N.E.: Cinalli, Di Giacomo. All.: Galli.
Tiri Liberi: Proger 12/16, Mobyt 18/26 – Rimbalzi: Proger 24 (7 off.), Mobyt 29 (4 off.) – Assist: Proger 9, (Sollazzo 4), Mobyt 13 (Hasbrouck 4).
Mobyt Ferrara: Huff 22 (6/8, 3/5), Bottioni, Castelli 12 (1/2, 2/3), Amici 8 (1/2, 0/3), Ferri 8 (1/1, 2/5), Casadei 3 (1/2 da tre), Benfatto 12 (3/5), Pipitone 0 (0/1), Hasbrouck 17 (5/9, 2/4) N.E.: Ghirelli. All.: Martelossi.
Arbitri: Noce, Longobucco e Costa.
Spettatori: 1500 di cui una piccola rappresentanza di tifosi estensi, gemellati con la tifoseria Proger.

Stefano Tortoreto

lunedì 30 marzo 2015, 10:19

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
proger chieti
mobyt ferrara
risultato
tabellino
playoff
notizie
basket
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!