Ex Alfiero Barbabei. Fiom Cgil contro decisione curatela fallimentare

La protesta del sindacato: vogliono interrompere l'attività nonostante commesse per un milione. Dodici lavoratori a rischio stipendio

Ex Alfiero Barbabei. Fiom Cgil contro decisione curatela fallimentare

EX ALFIERO BARBNABEI: FIOM CONTRO CURATELA FALLIMENTARE. Fiom Cgil Teramo contro la richiesta della curatela di richiedere l’interruzione delle attivita’ produttive in presenza di commesse per circa un milione di euro alla ex Alfiero Barnabei da parte della societa’ affituaria Steel Box (gruppo Las Mobili). I lavoratori, all’unanimita’, avevano richiesto la prosecuzione delle attivita’ nelle more della pubblicazione del nuovo bando di vendita e che vi fossero ulteriori approfondimenti sul piano industriale della Steebox srl. Il sindacato aveva proposto un accordo tra le parti che vincolasse la prosecuzione delle attivita’ con la messa in sicurezza dei macchinari e degli impianti al fine di contemperare i reciproci interessi delle parti in causa. “Le decisioni assunte dal Tribunale di Teramo sono in assoluta controtendenza con l’orientamento storicamente consolidato nelle procedure fallimentari in merito alla sensibilita’ manifestata verso gli aspetti sociali – riporta una nota della Fiom Cgil Teramo. In questo caso sono state pregiudicati circa dodici posti di lavoro, oltre alle potenzialita’ ancora da esplorare su possibili ulteriori riassorbimenti di lavoratori nel bacino professionale della ex Alfiero Barnabei”.

Redazione Independent

venerdì 05 dicembre 2014, 10:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ex alfiero barnabei
teramo
sciopero
steel box
notizie
fiom
cgil
Cerca nel sito