Esplosione Tagliacozzo: martedì 15 luglio i funerali delle vittime

Si svolgeranno domani i funerali delle tre vittime dell'esplosione della fabbrica pirotecnica Paolelli avvenuta mercoledì scorso a San Donato di Tagliacozzo

Esplosione Tagliacozzo: martedì 15 luglio i funerali delle vittime

A TAGLIACOZZO E' IL MOMENTO DEL SILENZIO. Si svolgeranno domani i funerali delle tre vittime dell'esplosione della fabbrica pirotecnica Paolelli avvenuta mercoledi' scorso a San Donato di Tagliacozzo, Comune nel quale alle 14 di oggi sara' allestita la camera ardente. Per le esequie il sindaco Maurizio Di Marco Testa ha proclamato il lutto cittadino. I funerali di Valerio Paolelli, 37 anni, figlio del patron dell'azienda Sergio, saranno celebrati alle 14.30 nella chiesa di Santissima Annunziata di Tagliacozzo. Quelli di Antonello D'Ambrosio, 33 anni di Broccostella (Frosinone) nella frazione Petrella Liri di Cappadocia, dove risiedeva, mentre le esequie di Antonio Morsani, 47 anni, a Rieti, sua citta' natale.

ANCORA DA ACCERTARE LE CAUSE DELL'ESPLOSIONE. Le cause della devastante esplosione, nella quale erano rimasti feriti altri tre operai, sono ancora da accertare, anche se si ipotizza un incauto maneggio nel miscelare le polveri piriche. Bisognera' pertanto attendere il lavoro dei periti, tra cui uno balistico, nominati dal procuratore di Avezzano Maurizio Maria Cerrato. Il magistrato, per ora, ha aperto un fascicolo a carico di Lorenza Mattei, titolare dell'azienda di fuochi d'artificio, moglie di Sergio e madre del povero Valerio. L'accusa e' di omicidio colposo plurimo e disastro colposo. "Un atto dovuto" per l'avvocato Cesidio Di Salvatore, legale della famiglia Paolelli.

L'AZIENDA ERA PIU' CHE SICURA. "Per quanto colpiti nel fisico e nell'animo a causa della tragedia subita - ha aggiunto l'avvocato Di Salvatore - i miei assistiti sono sereni. Dimostreranno sicuramente che non c'e' alcuna responsabilita' da parte loro per quanto accaduto. Per noi si e' trattato di un caso fortuito, imprevedibile". L'azienda, stando anche alle dichiarazioni del sindaco, era piu' che sicura. Aveva tutti i documenti in regola e l'ultima ispezione risalirebbe al 2013.  

Redazione Independent

lunedì 14 luglio 2014, 12:26

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
tagliacozzo
cronaca
esplosioni
drammi
tragedie
Cerca nel sito

Identity