Emergenza idrica senza fine: 65mila persone e niente acqua

Terza rottura per l'adduttrice Tavo danneggiata da una frana. Tecnici dell'Aca al lavoro da stamattina all'alba

Emergenza idrica senza fine: 65mila persone e niente acqua

EMERGENZA IDRICA SENZA FINE. Non c'è pace per le martoriate famiglie del pescarese servite dalla reste idrica Tavo nel Comune di Farindola e che ieri sera, mentre i tecnici erano al lavoro per ripristinare la regolare erogazione dell'acqua potabile, hanno dovuto sospendere le attività essendo venute a mancare le condizioni di sicurezza, a causa del continuo movimento franoso.

Gli Interventi sono ripresi questa mattina all'alba ma circa 65mila persone  nei comuni di Farindola (Contrade), Penne, Collecorvino, Picciano, Loreto Aprutino,Pianella, Cappelle sul Tavo, Spoltore (Fraz. Caprara – S. Maria e Centro Storico), Montesilvano (Zone collinari alte), Moscufo sono ancora senz'acqua.

Anche nei comuni di Castilenti, Elice, Città S. Angelo ed Atri si registra lo stesso disagio.

Inoltre, a causa di una nuova frana, rottura adduttrice TAVO per Civitella Casanova , si prevede la sospensione della fornitura idrica dei Comuni di Civitella Casanova contrade Vestea e S Maria Mirabello, Montebello di Bertona contrade, Vicoli loc. Colle della Guardia e Loreto Aprutino.

Redazione Independent

giovedì 12 marzo 2015, 09:59

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
acqua
rottura
conduttura
servizio
farindola
penne
collecorvino
picciano
loreto aprutino
pianella
cappelle sul tavo
spoltore
caprara
s maria
centro storico
montesilvano
moscufo
castilenti
elice
citt s angelo
atri
Cerca nel sito

Identity