Economia: la fotografia dell'industria manifatturiera abruzzese nel rapporto Cresa 2016

Quasi l’80% delle aziende riportate occupa al massimo 30 addetti (il 34% da 6 a 9), mentre solo il 2% impiega più di 250 persone.

Economia: la fotografia dell'industria manifatturiera abruzzese nel rapporto Cresa 2016

Il CRESA pubblica la ventitreesima edizione dell’Annuario delle industrie abruzzesi, che riporta l'elenco delle aziende dell’industria manifatturiera operanti in Abruzzo con almeno sei addetti. L’Annuario per la prima volta è disponibile unicamente on line sul sito www.cresa.it ed è possibile effettuare ricerche per settore di attività economica, per denominazione e provincia.

“La pubblicazione – come specifica il Presidente del Cresa Roberto Di Vincenzo - è una banca dati, ad inserimento e consultazione gratuiti, periodicamente aggiornata che fornisce un utilissimo servizio non solo a studiosi, operatori economici, giovani diplomati e laureati, ma anche alle numerose aziende che ringrazio per il grande spirito di collaborazione mostrato nell’autorizzare il Cresa a pubblicare i loro dati, collaborazione che ha consentito il buon esito del lavoro”.

Il Direttore del Cresa Francesco Prosperococco evidenzia che l’Annuario è un importante strumento promozionale che il Cresa mette a disposizione delle imprese utile anche nei rapporti con l’estero poiché viene spedito alle Ambasciate, ai Consolati italiani nel mondo e agli uffici ICE-Agenzia (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane). Con l’Annuario emerge un campione di aziende del comparto manifatturiero altamente qualificate, innovative e specializzate in grado di essere competitive sui mercati internazionali, principale arena dell’attuale mondo globalizzato.

L’Annuario raggruppa le aziende in 16 settori dell’industria manifatturiera. Per ogni azienda vengono fornite, oltre a denominazione o ragione sociale, anche indirizzo della sede amministrativa e delle unità locali operative in Abruzzo, numero di telefono, fax, pec e pagina web, anno di fondazione, capitale sociale, partita iva, classe di addetti e di fatturato annuo, principali prodotti realizzati e principali paesi di esportazione.

Le aziende inserite sono 1.911 e rappresentano il 24% circa delle unità locali manifatturiere regionali operanti nei settori considerati, comprese quelle artigiane. Quasi il 90% di esse è stato fondato tra il 1981 e il 2015, e circa la metà negli ultimi quindici anni. Il 37,3% delle aziende riportate è localizzato nella provincia di Teramo, il 32,7% a Chieti, il 17,6% a Pescara e il 12,5% a L’Aquila. Tra i settori, per numerosità delle aziende inserite, è rilevante il peso della metallurgia e prodotti in metallo (23%) seguito dall’alimentare (16,8%), dall’abbigliamento (10,7%) e dal legno e mobili (7,1%) mentre marginale è il peso degli altri.

Tra le forme giuridiche prevalgono le società di capitale (72%), tra le quali in particolare le Srl (62,5%) e Spa (9,1%). Relativamente al fatturato, il 29% delle aziende inserite produce fino a 1,5 milioni di euro, il 14% da 1,5 a 3 milioni di euro, il 9% da 3 a 6 milioni di euro. Il 28,6% non ha comunicato informazioni sul fatturato. Riguardo alle dimensioni occupazionali quasi l’80% delle aziende riportate occupa al massimo 30 addetti (il 34% da 6 a 9), mentre solo il 2% impiega più di 250 persone.

L’attività di export viene effettuata dal 15,9% delle aziende inserite, soprattutto nella provincia di Chieti e Teramo.

RAPPORTO CRESA 2016 

Redazione Independent

mercoledì 13 luglio 2016, 12:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
cresa
industrie
abruzzo
fatturato
export
dipendenti
aziente
teramo
chieti
industria manufatturiera
Cerca nel sito