Dragaggio. "Strizza" nel Pdl

Porto di Pescara - La Regione stanzia 20 milioni ma non bastano. Il "Governator" Chiodi: «E' di proprietà dello Stato»

Dragaggio. "Strizza" nel Pdl

DRAGAGGIO, "SGANCIA" CHIODI  - Sarà stata una coincidenza ma la "strizza" Costantini - che si è autocandidato come commissario straordinario per l'emergenza del Porto di Pescara - un effetto l'ha avuto. Subito si sono riattivati, dopo le dimissioni annunciate, sia il presidente della provincia Guerino Testa che il "Governator" Gianni Chiodi. Forse, per caso, tutti è tre si stanno muovendo in funzione delle prossime tornate elettorali? No, assolutamente! Sentite cosa ha detto il rappresentante di tutti gli abruzzesi. «Abbiamo deciso - ha spiegato Chiodi -, considerando il valore strategico del porto di Pescara, di stanziare 20 milioni per intervenire sui problemi strutturali, ma abbiamo detto allo Stato che la nostra disponibilità è condizionata dal fatto che lo Stato faccia la sua parte. Il porto è dello Stato». Giusto! Ma prima, no? Cosa stavano aspettando? 

DALLA REGIONE 20 MILIONI MA... - Secondo il Governator di soldini, per risolvere questo scempio, ce ne vogliono proprio assai: circa 40milioni di euro. «Lo Stato - ha concluso - metta 20 milioni, anche noi mettiamo lo stesso e risolviamo una volta per tutte il problema. Ho scritto al premier: lo Stato faccia la sua parte, visto che il bene è suo e che ha sbagliato a costruirlo in quel modo». Mamma mia, quanto denaro! Ma siamo sicuri che basterà?

Marco Beef

martedì 29 maggio 2012, 15:57

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chiodi
regione
abruzzo
porto
dragaggio
soldi
costantini
testa
elezioni
pescara
pdl
commissario
stato
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano