Domani in Cassazione si decide il destino di Salvatore Parolisi

In primo grado il caporalmaggiore, accusato dell'omicidio della moglie Melania Rea, aveva preso l'ergastolo. In appello i giudici hanno diminuito la pena a 30 anni

Domani in Cassazione si decide il destino di Salvatore Parolisi

IL DESTINO DI PAROLISI NELLE MANI DEI GIUDICI DI ROMA. Il destino di Salvatore Parolisi, 33 anni, ex caporalmaggiore dell'Esercito Italiano, condannato in appello a 30 anni di reclusione per l'omicidio della moglie Melania Rea, avvenuto nel bosco delle Casermette il 18 aprile 2011, sarà deciso domani.

Toccherà, infatti, ai giudici della Suprema Corte di Cassazione stabilire se il giudizio di secondo grado, quello che gli ha ridotto la pena dall'ergastolo a 30 anni, è stato corretto.

I legali di Parolisi hanno fatto sapere che chiederanno l'assoluzione del loro imputato alla luce di nuove, presunte, prove: si parla di un'impronta sul luogo del delitto che sarebbe stata trascurata dagli inquirenti. 

Redazione Independent

lunedì 09 febbraio 2015, 16:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
salvatore parolisi
corte di cassazione
ergastolo
30 anni
pena
melania rea
bosco casermette
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!