Djobi Djoba: Manolo non viene più a Montesilvano

Annullato il concerto del finto ex cantante dei Gipsy Kings. In città scoppia un vero e proprio caso politico

Djobi Djoba: Manolo non viene più a Montesilvano

BAILA, BAILA, BAILA, BAILA ME. Anni fa, Gianfranco Fini disse: "Siamo alle comiche finali". Riprendendo questa frase per il Comune di Montesilvano, la cui giunta Maragno tra l'altro si è da poco insediata (altro che comiche "finali"), si può dire che la situazione calzi a pennello. In pratica, un caso "musicale" ha rischiato di trasformarsi in una vera e propria querelle politica, costringendo alla fine il sindaco Francesco Maragno ad annullare il concerto di tale Manolo, spacciato come voce storica dei Gipsy Kings e in realtà tarocco di prima categoria.

MANUEL ANELLI E IL COSTO CHE NON INTERESSA. Tutto comincia quando, complice un'intervista del vice sindaco De Martinis a Il Fatto Quotidiano, si solleva un polverone in quanto il politico dà alcune risposte quantomeno "incaute". Prima, sollecitato su chi sia 'sto Manolo, risponde: “Guardi, mi informerò con l’agenzia per sapere quale Manolo verrà, perché io non lo so proprio”; poi, alla domanda sul costo del concerto, esclama: "Questa è una notizia che alla gente non interessa". Follia pura, in quanto la trasparenza amministrativa (e gli eventi organizzati con i soldi dei cittadini) impongono l'esatto contrario. Ne è convinto anche il consigliere M5S Manuel Anelli: "Come 'alla gente non interessa'? A noi interessa eccome. Per questa ragione abbiamo preparato un’interrogazione consiliare sui costi di questo concerto, considerato dall’amministrazione evento di punta, nonché convocato la commissione di Vigilanza sull’argomento giovedì 17 alle ore 12. Chiederemo personalmente al vicesindaco: Manolo chi (lo paga)?”.

BAMBOLEO. Anelli spiega anche che i grillini hanno "avuto un incontro in cui il vicesindaco ci spiegava le problematiche per dotare la città in pochissimo tempo di un cartellone eventi degno di una città grande e turistica come Montesilvano. Chiederemo nelle sedi opportune conto di quanto è stato fatto per produrre questo cartellone eventi". Sull'argomento interviene anche l'ex presidente della Commissione Cultura, Paolo Talanca, noto critico musicale specializzato in testi della canzone d'autore: "Montesilvano davanti all'Italia intera ha fatto una figura barbina. Raccapricciante. Non è più tanto il fatto di Manolo in sé: è questo modo di fare a essere avvilente, perché sintomatico di un metodo malsano, distratto e superficiale di spendere i nostri soldi".

DJOBI DJOBA: ALLA FINE MARAGNO SI ARRENDE. "Abbiamo deciso di annullare l'esibizione del cantante Manolo. Se l'artista non appartiene e non ha mai fatto parte dello storico gruppo dei Gipsy Kings cosi' come ci e' stato proposto dall'agenzia, allora verra' escluso dal cartellone delle manifestazioni estive del Comune". Cosi' Maragno pone fine alle polemiche generate in questi giorni intorno al cantante Manolo che non avrebbe mai fatto parte della formazione dei Gipsy King. "La nostra Amministrazione ha operato con trasparenza e totale buona fede, allestendo un cartellone estivo in grado di accontentare eta' e gusti differenti, sostenendo una spesa molto contenuta. I costi delle manifestazioni del cartellone 'Vivi Montesilvano 2014' ammontano a circa 75.000 euro. La spesa include i costi per le manifestazioni, i diritti SIAE e i contributi per iniziative ricreative sportive. Insomma, una cifra ben al di sotto dei costi sostenuti dalla passata Amministrazione per la stagione estiva 2013 che invece ammontarono a circa 145mila euro, considerando i capitoli di spesa relativi ai costi degli spettacoli turistici estivi, i diritti SIAE e le sponsorizzazioni".

Federico Di Sante

lunedì 14 luglio 2014, 18:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
cronaca
musica
politica
montesilvano
concerti
Cerca nel sito