Disoccupato tenta d'uccidersi

Un 45enne pescarese, depresso per la condizione economica, prova a togliersi la vita due volte. Salvo grazie al 113

Disoccupato tenta d'uccidersi

DISOCCUPATO TENTA D'UCCIDERSI DUE VOLTE. Un uomo di 45 anni, disoccupato e depresso per le drammatiche condizioni economiche, è stato salvato da una pattuglia del 113 mentre tentava di togliersi la vita lanciandosi da Ponte Risorgimento. Il fatto è successo a Pescara, poco dopo le 21 di ieri sera, quando gli agenti di polizia, intervenuti sul posto in seguito ad una chiamta al 113, hanno trovato l'uomo in piedi sulla balaustra e con tutta l'intenzione di farla finita. Complice un momento di distrazione i poliziotti sono riusciti a bloccarlo di peso ed a metterlo in sicurezza a terra mentre sopraggiungeva l’autolettiga che lo avrebbe, poi, trasportato al pronto soccorso. Nella circostanza un agente di polizia ha riportato una contusione alla spalla

IN OSPEDALE IL SECONDO TENTATIVO. In ospedale l’autore del tentato suicidio ha preso delle forbici e se l'è puntate alla gola nel tentativo di uccidersi. Ma anche in questo caso è stato bloccato e riportto alla calma dalla polizia, presente nel Pronto Soccorso. Ora l'uomo è sedato presso il Reparto Psichiatrico dell’Ospedale.

Redazione Independent

lunedì 17 giugno 2013, 14:03

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
suicidio
pescara
uomo
disoccupato
notizie
Cerca nel sito