Disabilità. A Scerne di Pineto un progetto per il "Dopo di noi"

Disabili soli saranno accolti in una casa-famiglia. Le modalità per presentare la domanda

Disabilità. A Scerne di Pineto un progetto per il "Dopo di noi"

A SCERNE DI PINETO UN PROGETTO PER IL "DOPO DI NOI". La Fondazione Diocesana Maria Regina di Scerne di Pineto (TE), affidataria del Servizio da parte della Regione Abruzzo – Assessorato alle Politiche Sociali del progetto RADAR (Rete Abruzzese per il Dopo di Noi e l’Autonomia Residenziale), attiva 8 posti per progetti di residenzialità programmata della durata di un anno, in favore dei disabili in situazione di gravità, residenti nella Regione Abruzzo.

I progetti di residenzialità programmata hanno lo scopo di sperimentare nuovi modelli di accoglienza, basati sulla piccola residenzialità e sull’inclusione sociale.

Degli 8 posti disponibili, 1 sarà riservato a disabili in uscita da istituti o con precedenti esperienze di istituzionalizzazione; gli interventi si svolgono presso la CASA CARA - Comunità Alloggio per la Residenzialità Assistita per Disabili, sita in Via L’Aquila, a Scerne di Pineto (Teramo).

Sono ammesse a partecipare le persone con disabilità fisica prive di un contesto abitativo familiare o in procinto di perderlo, o per le quali la permanenza nel nucleo familiare sia temporaneamente impossibile o contrastante con le esigenze di assistenza.

Le domande di ammissione devono essere compilate secondo l’apposito modello, disponibile sul sito internet www.ibambini.it/servizi e devono pervenire entro l’ 08.08.2014.

Le domande devono essere spedite per raccomandata A/R, o via PEC all’indirizzo fondazionemariaregina@legalmail.it oppure consegnate a mano, nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 13.00, al seguente indirizzo: Fondazione Maria Regina – via Oberdan 26 – 64020 SCERNE DI PINETO (TERAMO).

La selezione avverrà sulla base della valutazione di compatibilità fra il grado di bisogno della persona, le caratteristiche delle altre persone facenti parte del nucleo accolto, la tipologia dei servizi della Comunità, e la valutazione delle abilità compatibili con il progetto, effettuate dall’Equipe multiprofessionale valutativa della Comunità. Saranno ammesse alla selezione le prime 20 domande pervenute in ordine cronologico. Al termine della valutazione sarà redatta una graduatoria sulla base dei punteggi attribuiti dall’Equipe valutativa. I primi 8, saranno beneficiari del progetto di residenzialità. In caso di rinuncia, sarà seguito l’ordine di graduatoria.
Per informazioni, è possibile rivolgersi a Fondazione Maria Regina – Comunità CARA - Tel. 085/9461127 – Fax 085/9461282 - e-mail: fondazione@ibambini.it – web: www.ibambini.it dal lunedì al venerdì, dalle 10,00 alle 13,00.

Redazione Independent

venerdì 25 luglio 2014, 11:53

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
scerne pineto
disabili
casa famiglia
domanda
casa cara
notizie
radar
progetto
Cerca nel sito