Diritto all'Orgasmo

Invisibile, impercettibile e misterioso: viaggio nei segreti dell'intimo piacere femminile

Diritto all'Orgasmo

DIRITTO ALL'ORGASMO - Le sensazioni che si provano durante un orgasmo sono un qualcosa di indescrivibile. A differenza di quello maschile, il nostro piacere è invisibile, impercettibile, estremo e metafisico. Molte donne in quel momento si sentono come toccare il cielo con un dito, diventano "invincibili" e scoprono di essere vive. Ed, ogni volta, è come se fosse una sensazione diversa, ma ugualmente è troppo piacevole! 

SESSO SENZA ORGASMO - Il sesso senza arrivare all'orgasmo non è affatto un'esperienza vuota, ma non è completa. In fondo è come scartare un uovo di Pasqua con entusiasmo: godi nel mangiare tutto il cioccolato per arrivare alla sorpresa, che poi spesso non è quella che t'aspetti. Certamente, nessuna donna deve pensare di dover provare l'orgasmo per dimostrare di essere sensuale. Però, se lo vuole dovrebbe essere in condizioni di averlo. Il problema è che spesso, alcune, non l'hanno mai provato e, altre, lo raggiungono solo occasionalmente. Perchè accettare questa situazione? Ogni donna può fare molto per assicurarselo nei modi e nei tempi che preferisce.

PERCHE' FINGERE? - A differenza di quello maschile, si sa, l'orgasmo femminile è qualcosa di più complesso, articolato e, perchè no, anche "misterioso". Ecco perchè il piacere sessuale femminile rappresenta un oggetto di ricerca, anche scientifica, da moltissimo tempo. Dovremmo fingere l'orgasmo? La maggior parte delle donne lo hanno fatto qualche volta e, dopo averlo simulato, vorrebbero non aver mai finto. Fingere non è una buona idea, perchè il parter crederà che tutto quello che ha fatto va bene, mentre invece non è così. Se non lo fermiamo il nostro compagno, egli continuerà a commettere sempre gli stessi errori e non saprà mai di cosa abbiamo bisogno. Invece, dandogli indicazioni corrette troverà, da solo, la soluzione per portarci lì, dove ogni donna vorrebbe arrivare.. Ci sono delle ragioni che ci spingono a fingere: evitare il confronto, far piacere al partener e alleviare l'ansia da prestazione. La scuola di pensiero "fingi finchè non riesci"  è devastante: spesso porta molte a pensare che, se si allenano nel fingere, prima o poi le reazioni appropriate avranno per davvero! E cosa c'è di positivo in questo?? Niente!!! Il "finto piacere" è causato principalmente da uno stato di tensione , imbarazzo o stress. A molte capita di non sentirsi a proprio agio e di non riuscire a "sciogliersi" davanti ad un parter con cui si ha poca "confidenza" oppure dal fatto della non consapevolezza del proprio corpo. Purtroppo, poi, ci sono donne che credono di averlo provato oppure altre che si eccitano di più fingendo.
 
CONOSCERE IL PROPRIO CORPO - Sotto accusa i "blocchi mentali" . Le emozioni che bloccano possono essere di varia natura, come abbiamo detto, ma soprattutto c'è la paura di dire esplicitamente al partner di che tipo di stimolazione si ha bisogno. E per questo che è importante sviluppare le proprie abilità nella "comunicazione sessuale". In questi casi di difficoltà è meglio concentrarsi sul proprio piacere, piuttosto che su quello del partner. Una piccola dose di "egoismo" non guasta affatto: concentrarsi sulle proprie sensazioni attimo per attimo!!! Tutte le donne che hanno difficoltà nel provare l'orgasmo dovrebbero innanzitutto imparare a capire cosa accade, magari attraverso"l'autoerotismo". Da sempre l'autoerotismo  femminile è stato un tabù e spesso è guardato con sospetto. Molte donne hanno la convinzione che si tatti di un piacere fine a se stesso, che escluda il partner, che sia immorale o sbagliato, e, più genericamente, la si ritiene una pratica incapace di provare il "giusto piacere". Non è così!
 
AIUTIAMO I NOSTRI AMANTI - Un caso classico è quello del partner incapace di procurarci il piacere. L'unica soluzione a questo rimedio è sempre il dialogo: cioè la comunicazione "sessuale". L'uomo dà spesso per scontato che le preferenze di una donna siano uguali alle sue: non è così. I più intelligenti sono quelli che chiedono un aiuto, una spiegazione, esclusi ovviamente quelli che lo sanno fare già da soli. Un problema comune a molti uomini, di cui ci lamentiamo spesso, è quello di fermarsi "troppo presto". Dovrebbero sapere che una donna richiede più tempo. Noi spesso abbiamo il timore di dire liberamente cosa ci piace e cosa no perchè temiamo la reazione del partner. Sbagliato! Chiedere sempre ciò che si vuole, perchè se non lo si fa ora, diventerà sempre più difficile farlo dopo. Quindi, appena vi sentite insoddisfatte, incominciate a parlare col partner di quello che volete invece di aspettare di essere esasperate!!! E non partite dal presupposto che il partner non voglia soddisfare le nostre richieste: forse non ha capito, non sa cosa vogliamo oppure ha paura di non saperlo fare. Parlarne, in primis con noi stesse e poi col partner, è la risposta a tutti i nostri desideri, fantasie e piaceri. Un'orgasmo raggiunto ci rende più felici, sorridenti, ottimiste e meno "acide", perchè migliora l'umore... e una volta che lo si scopre ecco che ci si apre un mondo!!!!!
Sara P.

giovedì 22 dicembre 2011, 15:48

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
sesso
diritto all'orgasmo
sara p
orgasmo
femminile
partner
mondo
invisibile
viaggio
piaceri
femminili
donna
diritto
I vostri commenti

maniaco

Spero che nel meraviglioso mondo che si apre, un oggetto e un orgasmo si scrivano senza apostrofo

sabato 31 dicembre 2011, 11:41

Cerca nel sito