Dichiarazioni ISEE irregolari: 10 famiglie teatine accusate di falso

Operazione della Guardia di Finanza. Nel mirino i contributi comunali per asili nido, mense e scuolabus

Dichiarazioni ISEE irregolari: 10 famiglie teatine accusate di falso
DICHIARAZIONI ISEE INVERITIERE: 10 FAMIGLIE TEATINE NEI GUAI. I militari della Compagnia di Chieti hanno esaminato le dichiarazioni ISEE presentate da circa 40 contribuenti per ottenere agevolazioni sul pagamento delle rette relative a refezioni scolastiche, asili nido e scuolabus. Gli accertamenti hanno permesso di rilevare che il 25% dei beneficiari ha presentato all’Ente dichiarazioni mendaci, omettendo di indicare parte di redditi conseguiti e/o immobili (fino a 65.000 €.) di cui avevano la disponibilità, con lo scopo di poter rientrare nella fascia reddituale che gli permettesse di accedere al beneficio.

Le ricostruzioni patrimoniali e reddituali sono state effettuate attraverso l’acquisizione di elementi informativi accertati direttamente sul territorio, nonché tramite l’incrocio delle risultanze delle banche dati in uso al Corpo.

Gli illegittimi beneficiari sono stati segnalati all’autorità giudiziaria di Chieti per il reato di falso, mentre l’Ente erogatore è stato incaricato di revocare il beneficio concesso e di recuperare le somme indebitamente percepite ammontanti a circa € 6.500.

 
Redazione Independent

giovedì 16 luglio 2015, 09:11

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
contributi
asili nido
mense
chieti
isee
finanza
notizie
scuolabus
Cerca nel sito