Il "Gran dietrofront"

Come previsto il Presidente della Provincia di Chieti ritira le dimissioni: «Pensavo di essere candidato»

Il "Gran dietrofront"

CHIETI: DI GIUSEPPANTONIO TORNA ALLA GUIDA DELLA PROVINCIA. Il Presidente Enrico Di Giuseppantonio ha ritirato le dimissioni dall’incarico che aveva formalizzato a fine dicembre e pertanto da oggi torna ad assumere la carica di Presidente della Provincia. Le ragioni di questo dietrofront sono note: le scelte "romane" di Pier Ferdinando Casini di candidare Giorgio De Matteis, ex Mpa, e Paola Binetti, 70 anni, che sarà capolista dell’Udc alla Camera per l’Abruzzo. «Mi era stata chiesta la disponibilità ad una candidatura in Parlamento perché secondo il Partito potevo rappresentare al meglio un territorio che mi ha visto nel ruolo attivo di amministratore pubblico dapprima come Sindaco di Fossacesia per 10 anni, quindi come presidente della Provincia da oltre tre anni e mezzo – dice il Presidente Di Giuseppantonio. Negli ultimi giorni, per ragioni che personalmente non comprendo ma che non hanno compreso neppure Dirigenti e Amministratori abruzzesi dell’UDC, iscritti, simpatizzanti e cittadini, il Partito ha deciso di non avvalersi più della disponibilità a portare a Roma le istanze di questo territorio e i tanti problemi, specie di natura occupazionale, che deve affrontare quotidianamente». Un rammarico per il Presidente della Provincia che «nasce dal fatto che in Parlamento avrei potuto rappresentare la Provincia di Chieti, la più importante per i numeri della sua economia oltre che per la consistenza demografica, e che all’UDC ha sempre garantito, anche rispetto alle altre province, percentuali elettorali in doppia cifra». Insomma: sarà boicottaggio oppure no?

twitter@subdirettore

 

martedì 15 gennaio 2013, 13:41

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
di giuseppantonio
dimissioni
binetti
de matteis
casini
abruzzo
boicottaggio
Cerca nel sito