Deliberata la cessione in comodato della villetta confiscata in via Adige

Lo annuncia il vicesindaco Ottavio De Martinis: "Abbiamo riattivato anche telefono, internet ed acqua potabile"

Deliberata la cessione in comodato della villetta confiscata in via Adige

LA VILLETTA DI VIA ADIGE DIVENTA DELL'AZIENDA SPECIALE.  «Questa mattina, come anticipato nei giorni scorsi, abbiamo deliberato la cessione in comodato d’uso all’Azienda Speciale della villetta confiscata di via Adige». Lo annuncia il vicesindaco Ottavio De Martinis, che stamani insieme alla Giunta ha licenziato l’atto che dispone il trasferimento dell’immobile nelle disponibilità dell’Azienda Speciale. La delibera dispone anche la riattivazione delle utenze domestiche relative alle forniture di energia elettrica, gas metano e acqua potabile, come anche l’attivazione di una utenza di telefonia fissa e connessione internet, il tutto da intestare all’Azienda Speciale. 

CONTRATTO DI NOVE ANNI. «Verrà ora stipulato – spiega De Martinis – un contratto di comodato con l’Azienda della durata di 9 anni. In esso verrà inserito un vincolo con il quale si impone l’utilizzazione sociale conforme a quanto deliberato dal Consiglio Comunale. Nell’immobile sorgerà dunque un centro diurno per bambini». Il contratto, infine, assegnerà al Comune di Montesilvano le spese contrattuali e la manutenzione straordinaria dell’immobile, mentre la manutenzione ordinaria all’Azienda Sociale.

Redazione Independent

lunedì 30 marzo 2015, 16:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
via adige
casa
confiscata
montesilvano
famiglia rom
otoavio de martinis
Cerca nel sito

Identity