Dal 15 giugno a Sulmona il Registro delle Unioni Civili

Ne dà notizia la consigliera comunale Roberta Salvati: "Aggiungere diritti non vuole dire toglierne a chi ne ha già"

Dal 15 giugno a Sulmona il Registro delle Unioni Civili

Con Delibera 67 del 28.10.2014, il Comune di Sulmona si avvia a dare attuazione al Registro che regolamenterà il riconoscimento delle unioni civili. Il registro sarà disponibile presso gli uffici dell’anagrafe del Comune di Sulmona a partire dal 15 giugno. Ne dà notizia la consigliera comunale Roberta Salvati (foto), da poco diventata anche consigliera provinciale.

"Resta inteso - spiega Salvati - che la creazione di un nuovo status personale sarà competenza del legislatore Statale, il Comune ha voluto dare la possibilità di operare in materia e nello specifico per le tematiche relative: la casa; i servizi sociali; le politiche per giovani, genitori e anziani; lo sport e tempo libero; la formazione, scuola e servizi educativi; i diritti e partecipazione;
e per i trasporti".

L’amministrazione, su richiesta, rilascerà un attestato di “Unione Civile Basata Su Vincolo Affettivo” per soli usi necessari al riconoscimento dei diritti e dei benefici previsti dagli atti e dalle disposizioni dell’amministrazione di Sulmona.

"Voglio sottolineare - aggiunge Salvati - il prezioso lavoro svolto dal gruppo di Avvocati del Foro di Sulmona e alla luce del dibattito relativo alle Unioni di fatto che vede molte Nazioni impegnate nella scelta di equiparare i diritti di tutte le coppie come avvenuto in Irlanda , anche l'Italia si accinge a prendere una decisione importante in merito. Il Governo Nazionale, visti i mutamenti della nostra società, ha presentato la proposta di legge attualmente  al  vaglio del Senato prendendo spunto dal modello Tedesco. il Comune di Sulmona ha anticipato un iter dall'alto valore civico che equiparerà il convivente come parente prossimo. Aggiungere diritti non vuole dire toglierne a chi ne ha già. Gli istituti statistici europei dicono che i Paesi dove c'è un percorso consolidato di accesso ai diritti sono quelli economicamente e socialmente più stabili e con alte probabilità di crescita. Il principio e' che  in tema di famiglia e di legami affettivi il nostro regolamento  punti ad eguagliare i diritti e i doveri di tutte le coppie. Libertà, parità e uguaglianza dei cittadini sono principi fondanti che determinano una adeguata integrazione".

Al registro potranno iscriversi due persone conviventi di nazionalità italiana o straniera residenti presso il Comune di  Sulmona. L’iscrizione avviene presentando richiesta al Comune. Intanto il Comune mira ad avviare una serie di azioni per la promozione delle location per la celebrazione dei Matrimoni Civili. Salvati si dice "convinta che attraverso un azione di marketing i luoghi simbolo che caratterizzano la nostra città potranno divenire perfetti per  il proprio matrimonio a Sulmona e incentivare il turismo in città".

Gli Indipendenti

martedì 26 maggio 2015, 07:34

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
registro
unioni
civili
societa
sulmona
robertasalvati
Cerca nel sito