D'Alfonso dietrofront su Terna: "Ma io ho ereditato procedure avanzate"

Approvata risoluzione del MoVimento 5 Stelle sull'elettrodotto. Adesso toccherà alla presidente del comitato Via Gerardis trovare una soluzione

D'Alfonso dietrofront su Terna: "Ma io ho ereditato procedure avanzate"

"Faremo tutto ciò che il diritto ci consente. La mia opinione è che l'opera non andava fatta, ma ho ereditato procedure avanzate. Affideremo a una competenza indiscutibile, la presidente del Comitato Via Cristina Gerardis, la lettura ultima della vicenda, sapendo che siamo arrivati al 91/o minuto". Così il governatore d'Abruzzo Luciano D'Alfonso rispondendo ad una interrogazione sull'elettrodotto Villanova-Gissi, il cui iter autorizzativo è iniziato tre anni fa, all'epoca in cui non ricopriva incarici pubblici.

Tuttavia il colosso dell'energia va avanti ed i lavori da 300milioni di euro procedono spediti anche al come si può osservare nel cantiere sul lungomare sud, al confine tra Pescara e Francavilla al Mare

Ieri, durante il Consiglio regionale, è stata approvata risoluzione presentata dal gruppo del MoVimento 5 Stelle sulla contrarietà all'opera. Il sottosegretario Camillo D'Alessandro aveva dichiarato prima di essere favorevole poi, dopo una consultazione col primo cittadino abruzzese, aveva dichiarato la contrarietà della giunta regionale al progetto dell'elettrodotto.

Adesso tocca capire come e se, effettivamente, la Regione Abruzzo interverrà, altrimenti le parole resteranno dichiarazioni non seguite da nessuna concretezza. Resta da risolvere il problema dei microcali di tensione sulla rete elettrica nella Val Di Sangro e questo è un problema concreto, come il pericolo dell'inquinamento elettromagnetico e della detrurpazione del territorio.

Redazione Independent

mercoledì 25 febbraio 2015, 09:15

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
terna
elettrodotto
villanova gissi
mozione
movimento 5 stelle
Cerca nel sito