Crollo mura in via Santa Lucia. L'ira dei residenti: "Fate schifo"

La strada resterà chiusa al traffico ancora per diversi giorni e intanto non mancano le polemiche a Vasto. Disagi anche per le utenze dell'Ospedale

Crollo mura in via Santa Lucia. L'ira dei residenti: "Fate schifo"

VIA SANTA LUCIA: L'IRA DEI RESIDENTI. Gli operai hanno terminato i lavori per la messa in sicurezza del vecchio stabile di via Santa Lucia a Vasto, il cui crollo del muro ieri ha danneggiato tre automobili. La strada resterà chiusa al traffico ancora per diversi giorni e intanto tra i residenti non mancano le polemiche. “Non è passato molto tempo – dichiara un uomo che abita nel quartiere residenziale - da quando ho letto che l'antica residenza D'Avalos sarebbe stata ristrutturata da un'impresa edile vastese, permettendo ai cittadini di godere di un edificio ormai abbandonato. Pochi giorni dopo la notizia, mi sono meravigliata vedendo gli operai ripulire l'edificio dagli arbusti e sterpaglie che soffocavano la struttura; meraviglia dettata dalla concretezza dell'impegno preso. La rimozione di alcuni alberelli, sul fianco della costruzione, hanno messo in evidenza due importanti lesioni che, pur non essendo un esperto in materia, destavano in me preoccupazione per la stabilità della villa. Preoccupazione superflua pensavo, poiché le lesioni anche se evidenti e gravi, sarebbero state già notate e vagliate da chi di dovere. E invece ieri è crollato parte dell'edificio proprio in corrispondenza di una delle due crepe. Oggi, amarezza e rabbia si mescolano ai disagi dovuti nel trafficare quella zona. Ieri una signora passeggiava nel centro della strada di via Santa Lucia con due bambine in bicicletta. Aveva scambiato la strada per un'isola pedonale. Come non darle torto? In prossimità dell'edificio crollato, la strada è stata barricata, impedendo l'accesso e il transito anche ai pedoni. La segnaletica è stata predisposta solo questa mattina, ma interessa solo le automobili. Per i pedoni che dall'istituto dei Salesiani, percorrono via Santa Lucia in direzione ospedale, non esiste alcuna segnaletica per informare che il marciapiede è transennato ed è impossibile proseguire oltre. Da cittadino, aspetto la prossima beffa: la demolizione dell'antica residenza D'Avolos in via S. Lucia, che farà spazio a delle abitazioni con vista mare. E noi vastesi, perderemo un altro edificio che ha resistito alle guerre, ma non alle amministrazioni comunali. Questa strada –aggiunge il residente- per tanto tempo è stata una delle più belle e tranquille della città, ora invece lo scempio. Il marciapiede presenta profonde lesioni ed in alcuni punti ci sono dislivelli che hanno interessato anche la balaustra. Nessuno per ora si è preoccupato, l’amministrazione se ne preoccuperà al prossimo disastro”. 

Redazione Independent

mercoledì 18 marzo 2015, 15:21

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
crollo
mura
santa lucia
vasto
d\'avalos
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!