Crisi politica a Celano, Piccone sfiduciato dalla maggioranza

Mancano i numeri per approvare il bilancio di previsione 2014/16. In arrivo il commissario prefettizio

Crisi politica a Celano, Piccone sfiduciato dalla maggioranza

CRISI POLITICA A CELANO: PICCONE SFIDUCIATO DALLA MAGGIORANZA. Filippo Piccone non è più il sindaco di Celano. L'onorevole aquilano, eletto al senato della Repubblica con Forza Italia ma oggi militante del Nuovo Centro Destra, è stato sfiduciato dalla sua maggioranza in consiglio comunale che non approvato il bilancio finanziario di previsione 2014/2016.

Il capo dei ribelli è l'ex assessore allo sport e alla viabilità Adelio Di Loreto il quale ha accusato il sindato di eccessivo autoritarismo e per non aver coinvolto la maggioranza nelle scelte amministrative.

L’altro consigliere “dissidente” si chiama Cesidio Piperni ed è l'ex assessore ai borghi e all’agricoltura.

Hanno votato contro la maggioranza anche Domenicantonio Rosati e Elio Morgante.

Scontato il “no” dell’intera opposizione che auspica l'arrivo del commissario prefettizio per scongiurare la crisi economico finanziaria dell'Ente.

Redazione Independent

venerdì 31 ottobre 2014, 19:11

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
piccone
celano
comune
commissario
sfiduciato
notizie
Cerca nel sito