Costretta a vendersi a 16 anni

Martinsicuro. Arrestata gang di aguzzini romeni con l'accusa di sfruttamento della prostituzione minorile e lesioni gravi

Costretta a vendersi a 16 anni

MARTINSICURO. COSTRINGEVANO UNA 16ENNE A PROSTITUIRSI: TRE ARRESTI. Il Gip del Tribunale di L'Aquila, Marco Billi, ha emesso un provvedimento di carcerazione preventiva nei confronti di tre romeni accusati di sfruttamento della prostituzione minorile e lesioni aggravate. Secondo la procura di L'Aquila, che ha coordinato le indagini, Florin Heves, 38 anni, Daniel Subtirel, 20 e Ioan Adrian Precup, 29, già in carcere per altri reati, erano membri di una gang che aveva costretto una connazionale di 16 anni a vendere il proprio corpo lungo la così detta "Via del sesso", cioè la Bonifica del Tronto al confine tra Marche ed Abruzzo. Dlle indagini è emerso il quadro di profondo squallore nel quale era costretta la vittima ed anche come la banda non aveva esitato a picchiare di santa ragione un cliente della baby prostituta (un magrebino di 28 anni), colpevole di aver pagato la prestazione sessuale meno di quanto era stato pattuito. Resta da capire come la giovanissima ragazza sia finita nelle mani della gang di aguzzini, se dietro questo episodio c'è un'organizzazione più grave che si occupa di reclutare giovanissime ragazze dell'est per avviarle alla vita da marciapiede.

Redazione Independent

giovedì 04 luglio 2013, 18:18

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
prostituta
bonifica
tronto
notizie
sesso
cliente
abruzzo
martinsicuro
Cerca nel sito

Identity