Consiglio straordinario "emergenze ambientali": approvato documento della Maggiornanza

Ampi poteri al Presidente della Regione Abruzzo D'Alfonso. Chiesta anche una Commissione Speciale

Consiglio straordinario "emergenze ambientali": approvato documento della Maggiornanza

CONSIGLIO STRAORDINARIO:APPROVATO IL DOCUMENTO DELLA MAGGIORANZA. Il Consiglio regionale straordinario convocato su richiesta del M5S (con la firma dei Consiglieri di Forza Italia Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri) per discutere delle emergenze ambientali accadute in Abruzzo nel mese di gennaio, si è concluso con l'approvazione del documento della maggioranza e la bocciatura di quello presentato dalle minoranze  Il documento del M5S presentato per la richiesta di Consiglio straordinario impegnava tra le altre cose, il Presidente della Giunta regionale: ad intervenire nell’apposito Tavolo istituito ai sensi del Decreto Legislativo n.93/2011 affinchè la Regione si faccia promotrice dell’inserimento nel Piano Decennale di sviluppo della rete di trasmissione nazionale; ad intervenire per farsi promotori di una puntuale verifica degli investimenti ai fini dell’incremento dell’efficienza energetica e delle opere di manutenzione del sistema di distribuzione dell’energia elettrica; a reperire l’atto di concessione rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico in favore dell’impresa di distribuzione; ad istituire un Tavolo di concertazione con il Gestore del sistema di trasmissione e di distribuzione, per concordare la concessione in favore di tutti quegli utenti coinvolti nell’interruzione della fornitura di un adeguato indennizzo; a richiedere l’immediata istituzione in Regione Abruzzo di una Commissione Speciale. In aula la maggioranza ha presentato un proprio documento (votato anche dal Centro-Destra e dal Consigliere Leandro Bracco, astenuto il M5S) che impegna a sua volta D’Alfonso a: promuovere presso il governo tutte le azioni opportune e necessarie ad ottenere un risarcimento pieno ed omnicomprensivo degli effetti dell’emergenza del gennaio 2017 ed individuare uno strumento giuridico al fine della qualificazione del “danno indiretto” da maltempo; promuovere presso i soggetti - Enel-Terna – l’inserimento nella propria programmazione degli interventi necessari a garantire investimenti puntuali di manutenzione e potenziamento della rete , anche attraverso una rete alternativa di fornitura di energia elettrica in caso di emergenze e necessità, garantendo la verifica, da parte della Regione Abruzzo, degli interventi realizzati; promuovere l’istituzione, nell’ambito della struttura del competente Dipartimento Opere Pubbliche, Governo del Territorio e Politiche Ambientali della Regione Abruzzo, di un Servizio di Prevenzione Multirischio (Rischi Geologici, Idraulici e Sismici); promuovere un piano di interventi sulla sicurezza scolastica garantendo investimenti per superare la vulnerabilità sismica, anche attraverso la realizzazione di nuove scuole con la realizzazione di poli scolastici; proseguire speditamente nell’azione amministrativa volta  alla definitiva promulgazione del 'Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici'; richiedere la disponibilità di risorse aggiuntive relative al fondo di solidarietà nazionale di cui all’articolo 15 del D.Lgs 102/2004 al fine di garantire tutti i danni del comparto agricolo;  aprire una vertenza a sostegno del sistema produttivo e per la riattivazione dell’economia nelle aree colpite, nonché a favore dei lavoratori delle aziende danneggiate dai fenomeni del maltempo anche attraverso lo strumento degli ammortizzatori in deroga per coprire la sospensione o  parziale ripartenza delle attività danneggiate ; promuovere un piano di investimenti sulla sicurezza degli edifici ASP.

Redazione Independent

martedì 07 febbraio 2017, 19:18

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
consiglio straordinario
pescara
movimento 5 stelle
documento
abruzzo
emergenze ambientali
notizie
Cerca nel sito

Identity