Concerto di Concato a Giulianova, critiche anche dalla Lega

Il portavoce Di Giandomenico: "E’ lecito spendere soldi pubblici per eventi fruiti da pochi e poi lanciare raccolte fondi per aiutare le famiglie bisognose?"

Concerto di Concato a Giulianova, critiche anche dalla Lega

MA CHE POLEMICA BESTIALE. Dopo le critiche ricevute nei giorni scorsi dal Movimento 5 Stelle di Giulianova, ora il povero Fabio Concato continua a ritrovarsi, suo malgrado, nel mirino dell’opposizione per il concerto da lui tenuto al Palacastrum lo scorso 27 dicembre. L’evento, lo ricordiamo, era costato 24.000 euro e aveva registrato appena 200 spettatori paganti. Stavolta ad affondare la lama è la Lega di Teramo, che tramite il suo portavoce Emidio Di Giandomenico tuona:

“A Giulianova l’evento organizzato al Palacastrum per il concerto di Concato ha raccolto poche adesioni a fronte di soldi pubblici spesi. Quanti? E’ lecito spendere soldi pubblici per eventi fruiti da pochi e poi lanciare raccolte fondi dirette a privati per aiutare le famiglie bisognose? La dicotomia irrompe: soldi dei cittadini spesi per pochi e famiglie bisognose aiutate dai privati. Si mettono sempre le mani in tasca ai cittadini? Dopo aver chiesto le dimissioni di chi non è capace di amministrare ma si limita a gestire, malamente, la cosa pubblica, chiediamo: le opposizioni dove sono?”.

Redazione Teramo

venerdì 02 gennaio 2015, 15:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
concerti
politica
giulianova
lega
polemiche
concato
Cerca nel sito