Comune. Arrivano i cartellini

Chieti - Ancora una volta i dipendenti al centro dell'azione amministrativa. C'è chi si divide: iniziativa utile o no?

Comune. Arrivano i cartellini

COMUNE: ARRIVANO I CARTELLINI - Il Capogruppo del Gruppo Alleanza per Di Primio, Consigliere Comunale Palmerino Di Renzo, primo firmatario di un Ordine del Giorno avente ad oggetto: Dipendenti Pubblici cartellino di Riconoscimento. «Nel rispetto della circolare esplicativa nº 3 del 2010 , in cui si stabilisce che i dipendenti pubblici chiamati a svolgere attività a contatto con il pubblico devono essere tenuti a rendere visibile il loro nominativo attraverso l’uso di cartellini riportanti cognome, nome, foto qualifica ed incarico - ha spiegato Palmerino Di Renzo - ho presentato un Ordine del Giorno per chiedere al Sindaco Di Primio di dare applicazione a questa norma». Dunque, ancora una volta sono i dipendenti del comune di Chieti al centro dell'azione amministrativa.

A COSA SERVE? - L'iniziativa persegue l’obiettivo di agevolare l’esercizio dei diritti e l’adempimento degli obblighi da parte degli utenti nonché quello di responsabilizzare i pubblici dipendenti, che svolgono attività a contatto con il pubblico, poiché detto processo di responsabilizzazione passa anche attraverso la pronta individuabilità del soggetto interlocutore. «Invito - ha concluso il capogruppo di Alleanza per Di Primio -  l’intera Assise Civica a dimostrare senso di responsabilità esprimendo voto unanime e favorevole questo Ordine del Giorno.». Chissà cosa ne pensano i lavoratori del Comune di Chieti? 

Redazione Independent

sabato 14 aprile 2012, 10:36

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
dipendenti
chieti
comune
soggetto
di primio
cognome
nome
palmerino di renzo
capogruppo
alleanza
iniziativa
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano