Come contare le carte quando si gioca a blackjack

Si tratta di alcuni sistemi, già collaudati che ci dimostrano come il conteggio delle carte, all’interno del blackjack sia utile per poter vincere

Come contare le carte quando si gioca a blackjack

Come contare le carte quando si gioca a blackjack

 

All’interno del casinò ci sono delle regole che se adottate possono fare la differenza tra un giocatore e un altro. Si tratta di alcuni sistemi, già collaudati che ci dimostrano come il conteggio delle carte, all’interno del blackjack sia utile per poter vincere e fare il nostro gioco al meglio delle possibilità. Per questo motivo è importante allenarsi a contare le carte. Farlo in modo accurato metodico e sistematico potrebbe quindi fare la differenza, visto che tutto quello che serve è fare pratica. Alla fine del vostro allenamento avrete una visione differente del gioco del blackjack e delle sue regole. A che cosa serve precisamente contare le carte? La cosa fondamentale quando si gioca è avere un quadro maggiormente ampio della situazione. Questo è utile quando dobbiamo stabilire, mentre stiamo giocando, se la nostra mano presenta o meno un vantaggio per noi. Come tutti sanno bene, al blackjack siamo noi a giocare contro il banco. Si vince ottenendo un punteggio il più possibile vicino al 21, ma senza sballare, quindi è importante avere la situazione sotto controllo, evitando di strafare, e quindi meno carte possiamo richiedere più possibilità abbiamo di avvicinarci alla vittoria della mano di gioco. La cosa fondamentale è imparare a contare le carte per diventare davvero bravi con il blackjack, perché è l'unico metodo veramente scientifico in grado di aumentare le probabilità di vincita a questo gioco.

Passiamo nello specifico a vedere quali sono le carte che ci danno una sorta di vantaggio nel gioco. Le carte di valore medio-alto, come ad esempio possono essere il 9, il 10, tutte le figure e gli assi, possiamo avere la situazione in pugno, ma quello che conta è essere capaci di gestire al meglio quello che risulta essere un vantaggio di gioco. Nella gestione di una mano al blackjack, dovete tenere sempre a mente che se avete in mano carte che vanno dal 2 al 6, la vostra mano potrebbe non essere favorevole, e la cosa diventa un vantaggio per il gestore del gioco. Vi sono quindi almeno tre tipologie di carte per quanto riguarda il blackjack. Le carte neutre, cioè quelle che vanno dal sette al nove, le carte di alto valore, che costituiscono un vantaggio. E poi invece ci sono le carte di basso valore. In questo caso bisogna tenere a mente, durante il vostro allenamento interattivo per il conteggio delle carte e la matematica del blackjack, che quando avete carte di basso valore forse nel gioco reale, è il caso di passare la mano o di puntare molto basso, in attesa di una mano più favorevole per vincere contro il banco. Nove volte su dieci il giocatore professionista è quello che resta lucido anche dopo diverse mani favorevoli.

Bisogna mantenere il controllo della mente sulle vostre emozioni. Al contempo, così come è importante gestire una sequenza di turni favorevoli, non bisogna nemmeno perdere le speranze quando capitano diversi turni svantaggiosi. Anche questa è una caratteristica del gioco, e il blackjack, come altri giochi di carte risponde a questo tipo di logica.

Nell’allenamento tenete presente il fatto che il gestore mescolando le carte andrà a simulare un certo numero di carte alte e carte basse in sequenza. La vostra abilità consiste anche in questo. Saper leggere le carte che vengono distribuite durante i primi turni. Per questo motivo un bravo giocatore quando si siede al tavolo del blackjack parte sempre in maniera soft, per poi incrementare il gioco e le sue puntate, di mano in mano, fino ad avere maggiore possibilità di vincita.   

Redazione independent

domenica 13 agosto 2017, 19:37

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
carte
blackjack
come contare
gioco blackjack
tavolo del blackjack
sequenza
Cerca nel sito